Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

25 gennaio 12.21 Elettrodotto Terna, Rao (PD) solidale con chi ha occupato il Consiglio provinciale

Pippo Rao, capogruppo PD alla Provincia

Il Capogruppo del PD alla Provincia esprime solidarietà politica a coloro che hanno occupato l’aula consiliare della Provincia ed ai cittadini che si battono contro i lavori per l’elettrodotto Terna.

“Da quando è iniziata la protesta delle comunità contro i lavori, nei vari incontri, anche pubblici -scrive Rao- abbiamo da sempre contestato l’operato di chi ha consentito che si arrivasse allo stato attuale delle cose. La Provincia con le sue amministrazioni che si sono susseguite nel tempo hanno enormi responsabilità politiche sulla vicenda e fanno bene coloro che protestano contro l’atteggiamento dell’amministrazione Ricevuto, che a parole mostra disponibilità alla causa ma poi nei fatti dimostra tutta la propria incapacità ad essere valido interlocutore delle giuste istanze di tanti cittadini che si oppongono ai lavori nei termini per come si vorrebbero effettuare.

Il PD tra l’altro in fase di bilancio aveva fatto stanziare una somma per attivare un referendum popolare sull’opera, referendum che a questo punto il PD cercherà di attivare, visto che lo Statuto della Provincia di Messina offre questa possibilità! Le vicende analoghe del passato inerenti lavori infrastrutturali di tale impatto avrebbero dovuto insegnare che non si possono calare dall’alto scelte di tale importanza per

la vita delle comunità e dei cittadini sui propri territori dal chiuso delle stanze! A cosa serve la politica se non a rappresentare gli interessi dei propri territori!? E la politica cosa ha fatto a tutela di questi?

La Provincia, che ha compiti prioritari in termini di tutela del territorio e di ambiente ha svolto sempre un ruolo ambiguo ed ondivago, mentre sarebbe dovuta essere l’istituzione che per definizione avrebbe dovuto rappresentare le istanze dei propri territori. Ed invece solo parole al vento, lanciate magari in occasione delle varie contestazioni solo per tenere buona la gente. Ma ora si è ad un punto di non ritorno. Il gruppo consiliare del PD presenterà ai propri deputati regionali ed al Presidente Crocetta una interpellanza con la quale si chiede una volta per tutte una presa di posizione chiara sulla materia.

Perché il nostro territorio provinciale è già stato abbondantemente violentato e saccheggiato, da insediamenti che nulla avevano a che vedere con la propria vocazione naturale, che se tutelata ed incentivata con politiche eco sostenibili, avrebbe potuto essere il vero volano di sviluppo e di crescita sociale ed economica. Il Presidente Ricevuto esca finalmente allo scoperto e dica da che parte sta, se con la propria gente o con il fumo del niente di parole ed omissioni politiche che continuano ad incrinare il rapporto tra i cittadini e le istituzioni”.