Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

24 settembre 10.48 ASP5, campagna di prevenzione del tumore del collo dell’utero

Un esame semplice, indolore, ma prezioso perché consente la diagnosi precoce di quello che, dopo il cancro al seno, è il secondo tumore che, per incidenza, colpisce la popolazione femminile: 9 casi ogni 100 mila donne, ogni anno in Italia, 1000 i decessi. Basta infatti solo un pap test per conoscere il proprio stato di salute e scoprire in tempo qualsiasi alterazione che spesso precede l’insorgere di un cervicocarcinoma, meglio conosciuto come tumore del collo dell’utero.

Un vero invito a sottoporsi all’esame è quello che riceveranno in questi giorni le donne messinesi dai 25 ai 64 anni e che ha come mittente l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, promotrice di una campagna di informazione e sensibilizzazione avviata nel 2003 nell’ambito dei progetti di Prevenzione oncologica dell’Azienda.

«Nella lettera inviata, – spiega il Commissario Straordinario dell’ASP Messina Manlio Magistri – oltre, infatti, a fornire una serie di importanti risposte sul tumore del collo dell’utero, sul programma di screening, sulla diagnosi precoce e, naturalmente, sul pap test, comunichiamo alle destinatarie di aver loro riservato un appuntamento nelle nostre strutture per eseguire questo fondamentale esame».

Le visite avranno inizio il 2 ottobre presso l’Unità Operativa Screening Cervico Carcinoma, diretta dal dottor Salvatore Paratore, e presso il Consultorio Familiare con sede entrambi nel Poliambulatorio di via del Vespro, rispettivamente al 1° e al 3° piano.

Il test è gratuito e non occorre richiesta del medico curante: è sufficiente presentare la Tessera Sanitaria e l’invito ricevuto per posta come documento in sostituzione dell’impegnativa.

Possono sottoporsi infine al pap test anche tutte le donne, sempre di età compresa tra i 25 e i 64 anni, che non hanno ricevuto la lettera, prenotando l’esame presso l’Unità Operativa di Screening (tel. 0903653555) o presso i Consultori Familiari della città.