Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

24 agosto 13.10 Aeroporto del Mela, Calabrò chiede a Ricevuto di rispettare il programma elettorale

“Il voto in Aula sulla delibera di dismissione delle quote societarie della SoGAS – scrive Antonino Calabrò, capogruppo “Autonomisti di base” a Palazzo dei Leoni- rappresenta un segnale politico inequivocabile. Segnale dettato da tutte le forze politiche che hanno votato favorevolmente (compreso il sottoscritto) e anche dal PDL che con la permanenza in aula ha di fatto mantenuto il numero legale per l’approvazione.

Il presidente Ricevuto, ora più che mai, non dovrà farsi sfuggire l’opportunità di mettere in atto concretamente ciò che già dal 2005 la Provincia regionale, attraverso un  proprio competente Comitato Tecnico Scientifico, aveva individuato quale opera strategica l’aeroporto del Mela nel Piano di Sviluppo della provincia di Messina (tra l’altro la realizzazione dello scalo nell’area tirrenica era previsto dal Piano Regionale dei Trasporti e della Mobilità – Piano Direttore – approvato con Decreto 16 dicembre 2002 dall’Assessorato Turismo Comunicazione e Trasporti).

Un’opportunità, quindi, che rappresenterebbe un concreto investimento in infrastrutture utili allo sviluppo economico e non solo turistico della nostra provincia (al Tito Minniti, nonostante il congruo investimento economico degli ultimi anni, non esiste nemmeno un punto d’informazione turistica della provincia di Messina, mentre esiste un punto informativo allestito dalla provincia di Reggio Calabria).

L’aeroporto del Mela, inoltre, rappresenterebbe l’investimento utile a garantire un servizio, nell’ottica della contiguità territoriale, per tutti i 109 comuni della provincia di Messina, soprattutto in un momento in cui si discute sia a Roma come a Palermo dell’abolizione delle Province regionali in favore dei Consorzi di Comuni che difficilmente avrebbero risorse adeguate per grossi investimenti infrastrutturali. E non c’è più tempo da perdere”.