Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

23 maggio 11.29 Conto consuntivo Provincia, nota del consigliere Giuseppe Lombardo

“Sul conto consuntivo iscritto all’ordine del giorno della seduta odierna di Consiglio -scrive il consigliere provinciale Giuseppe Lombardo, portavoce di Sicilia Vera- chiediamo la presenza in aula del presidente Ricevuto. La responsabilità della gestione fallimentare del precedente esercizio finanziario, può essere attribuita solo allo stesso, che ha esautorato di fatto il Consiglio e la Giunta. Da tre anni il presidente Ricevuto non ha mai accettato un confronto in aula con la sua maggioranza, non ha mai portato e discusso nessuna relazione annuale, pur avendone l’obbligo per legge e ha sempre disatteso tutti gli atti di indirizzo del Consiglio. Adesso, più che mai, non è più procrastinabile un confronto in aula, visto che di fatto non ha più una maggioranza che lo sostiene e ha presentato un consuntivo dove si certifica il fallimento dell’azione amministrativa con il salasso delle casse provinciali nei confronti della SOGAS, alla quale sono stati versati, nell’esercizio finanziario precedente, oltre un milione di euro. Inoltre, si prospetta per l’esercizio in corso oltre al rientro della nostra partecipazione azionaria dei debiti della SOGAS, che potrebbe anche questo anno superare il milione di euro, una partecipazione di altri seicentomila euro per avere servizi che non porteranno nessun beneficio per la provincia di Messina. La presenza stamane in aula del presidente Ricevuto, non può essere rimandata visto il fallimento sulla crescita dell’occupazione giovanile in provincia di Messina che nell’ultimo triennio ci vede in fondo alla classifica in Sicilia; sulla pianificazione territoriale, due conferenze stampa di presentazione del PTP (Piano Territoriale Provinciale) e nessuna proposta è mai arrivata in Consiglio; sull’edilizia scolastica, nessun procedura in tre anni è stata avviata per la realizzazione di almeno un nuovo plesso scolastico; sul «Piano Strade», oltre cento milioni di euro spesi ed il disastro della viabilità provinciale è sotto gli occhi di tutti e per il quale, ancora oggi, aspettiamo la nomina di una Commissione di controllo, per la quale lo stesso Ricevuto aveva preso impegno subito dopo aver indicato alla sua maggioranza in Consiglio di bocciare la proposta dell’aula. Altrimenti, se non accetterà il confronto in aula, prenda atto in solitudine del suo fallimento, chieda scusa ai cittadini della provincia di Messina e riconsegni il mandato”.

Il consigliere provinciale

Giuseppe Lombardo

(portavoce provinciale Sicilia Vera)