Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

23 gennaio 19.50 Torrente San Michele, si è svolto ieri il Consiglio della V circoscrizione sui temi relativi all’illuminazione della zona

Si è svolto ieri il Consiglio della V Circoscrizione sui problemi della messa in sicurezza del torrente San Michele e sulla riattivazione dell’impianto di pubblica illuminazione lungo il medesimo torrente.

Il Consiglio, apertosi alle 18.30 e svoltosi presso il Salone Parrocchiale della Chiesa di San Michele, è stato oltremodo partecipato e ha visto l’intervento dell’Associazione Culturale “San Michele”, che raccoglie le famiglie residenti nel borgo e di tanti cittadini che hanno potuto esprimere liberamente le proprie richieste ed opinioni sulla condizione attuale del villaggio.

Alla seduta era presente anche Gaetano Sciacca, Ingegnere Capo del Genio Civile, mentre erano assenti, nonostante un invito formale, i dirigenti comunali del Servizio Pubblica Illuminazione.

Il presidente della V Circoscrizione, Alessandro Russo, ha espresso le richieste ufficiali che il Consiglio ha indirizzato al Commissario Croce ed ai dipartimenti tecnici comunali: revocare al più presto il provvedimento di disattivazione dell’impianto di pubblica illuminazione che è stato staccato, lasciando al buio più completo il borgo di San Michele, creando disagi indescrivibili e comportando rischi per la sicurezza dei cittadini. In secondo luogo, per il lungo periodo, si è chiesto al Comune e a Sciacca di attivare un Tavolo Tecnico, al quale affrontare una volta per tutte la messa in sicurezza delle sponde del torrente San Michele e l’irreggimentazione del corso delle acque.
Sciacca ha assicurato che, per quanto di propria competenza, il Genio Civile si impegnerà a velocizzare l’esame tecnico dell’eventuale progetto che il Comune di Messina dovesse presentare per l’approvazione del finanziamento e cercherà di concordare le procedure per

snellire l’iter. Per quel che riguarda la riattivazione dell’impianto, infine, ha fatto presente che, laddove il commissario Croce dovesse convocare il Tavolo Tecnico, si impegnerà per intervenire coi dirigenti comunali per il ripristino dell’illuminazione, in maniera rispettosa delle normative sulla sicurezza territoriale.

Contestualmente, Ferdinando Croce, rappresentante di altro comitato di zona, ha reso nota l’esistenza di un progetto preliminare di messa in sicurezza dell’alveo del torrente, redatto dai dipartimenti tecnici del Comune, che tuttavia non è mai stato ufficialmente trasmesso al Genio Civile: su questo aspetto, la V Circoscrizione intenderà comprendere, con interrogazione ufficiale, per quale ragione si sia pervenuti a tale ritardo colpevole.

Alla fine dell’incontro, oltre un centinaio di persone hanno poi preso parte alla fiaccolata  di protesta simbolica organizzata dalla V Circoscrizione lungo l’alveo del torrente: decine di candele nel buio più pesto, per “riaccendere” le coscienze degli amministratori messinesi rispetto ai problemi storici del borgo.

Rispetto ai temi trattati durante la seduta, occorre con soddisfazione comunicare che nella mattinata di oggi il Commissario Croce, nel condividere le preoccupazioni emerse durante il Consiglio pubblico, ha indetto per mercoledì prossimo, una seduta straordinaria dell’Osservatorio sulla Sicurezza dei Torrenti cittadini, presso la sua stanza a Palazzo Zanca, a cui prenderanno parte, oltre allo stesso Croce, anche Gaetano Sciacca, il presidente della V Circoscrizione, Alessandro Russo, i dirigenti dell’area tecnica del Comune, Antonio Amato e Salvatore Saglimbeni. All’ordine del giorno ci sarà la riattivazione dell’impianto di luce pubblica sul torrente San Michele e la velocizzazione della redazione e della successiva approvazione  – presumibilmente in Conferenza dei Servizi – del progetto di messa in sicurezza idraulica del torrente, al fine di poter pervenire al definitivo finanziamento entro l’anno in corso.