Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

23 marzo 07.56 Sport, dall’1 al 17 aprile “Sicilian Jumping Tour” e “Fierambelia”

Athina Onassis, Steve Whitaker, Rodigo Pessoa, Michel Robert, sono soltanto alcuni tra i circa 150 cavalieri e amazzoni di 18 Paesi, con 350 cavalli, che parteciperanno alla prima edizione del Sicilian Jumping tour, la manifestazione ippica internazionale itinerante, che si svolgera’ in Sicilia dal 1° al 17 aprile prossimi.

Stamattina, alla presentazione, a palazzo d’Orleans, erano presenti l’assessore regionale al Turismo, Daniele Tranchida, l’assessore alle Risorse agricole, Elio D’Antrassi, il presidente della Federazione italiana sport equestri, Andrea Paulgross, il presidente del comitato Fise della Sicilia, Pierfrancesco Matarazzo e Daniela Lo Cascio, commissario straordinario dell’Istituto incremento ippico per la Sicilia.

Per tre settimane, la Sicilia ospitera’ una vetrina di respiro internazionale sul mondo del cavallo, in un’iniziativa che coniuga competizione, con 3 concorsi di salto a ostacoli, di dressage e monta western a Pozzallo, dal 1° al 3 aprile, e a Agusta, dall’8 al 10 e dal 15 al 17 aprile, animazione, momenti didattici e concorsi di disegno per bambini, convegni e mostre fotografiche, tutte dedicate al mondo del cavallo, con la riscoperta del territorio e dell’enogastronimia. E’ prevista anche una mostra fotografica della Fondazione Alinari dedicata ai luoghi piu’ suggestivi del territorio siciliano.

“Questa varieta’ nel programma – ha detto l’assessore Tranchida – fa del Sicilian Jumping tour un evento unico, che proietta la Sicilia nel circuito internazionale delle manifestazioni ippiche.

E’ una scommessa vincente, che avra’ ricadute immediate per l’economia turistica del territorio, se si pensa al numero die partecipanti e degli accompagnatori, che saranno circa un migliaio e alla vetrina per la Sicilia, in un settore che conta in Italia 10 milioni di appassionati di cui 2 milioni di praticanti, con la nostra regione collocata tra il 3° e il 4° posto come interesse per il turismo equestre nel paese”.