Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

22 giugno 08.30 LSU, oggi incontro con l’assessore regionale al Lavoro

L’ipotesi di una soluzione alla vertenza dei 6000 lavoratori Lsu non contrattualizzati in servizio negli Enti, e in particolar modo per i 2000 Soci di Cooperative, verrà presentata dalle segreterie provinciali della Cisl Funzione Pubblica di Messina e Caltanissetta nel corso di un incontro convocato per mercoledì 22 giugno con  l’assessore regionale al Lavoro Andrea Piraino. Come si ricorderà, con la revoca della circolare che consentiva il passaggio negli Enti, disposta dal Presidente Lombardo, i lavoratori Lsu si sono ritrovati in una sorta di limbo.

“La mancata soluzione del problema  – spiegano i segretari generali della Cisl Fp di Messina Calogero Emanuele e di Caltanissetta Gianfranco Di Maria – porterà all’instaurarsi di contenziosi che vedranno con tutta probabilità soccombente la Regione, gli Enti e le Cooperative. In moltissimi casi, infatti, questi lavoratori risultano strutturati negli Enti sia per quanto riguarda il controllo che per la gestione del loro rapporto di lavoro”.

Per la Cisl Funzione Pubblica di Messina e Caltanissetta, quindi, è necessario trovare soluzioni immediate per consentire ai soci lavoratori di prestare attività lavorativa nei vari Enti.

“Una situazione – sottolineano ancora Emanuele e Di Maria – che ha messo in difficoltà i lavoratori ma anche gli Enti che hanno utilizzato queste risorse lavoratori in moltissimi casi assegnate a servizi strategici e di primaria importanza”.

La Cisl è pronta al dialogo e al confronto con l’assessore regionale al Lavoro affinché si possa tracciare un percorso a breve scadenza per una soluzione definitiva che chiuda un decennio di false speranze alimentate da politici e cooperative.

“Riteniamo – proseguono i segretari provinciali di Cisl Fp messinese e nisseno – che ormai non vi sia alcun motivo per tenere in vita le Cooperative. Dal 1997 questi lavoratori, infatti, sono stati gestiti in qualità di soci ma di fatto assegnati ai vari Enti. Le soluzioni potrebbero essere tante, come l’utilizzo presso gli Uffici Giudiziari che lamentano un’evidente carenza di personale, ma anche presso altri Enti come le Unioni e i Consorzi di Comuni, le Camere di Commercio, l’ERSU, non escludendo neanche l’utilizzazione nei Servizi di Protezione Civile per la quale se ne parla da tempo ma senza dare vita d un vero e serio piano di assetto regionale in tutta l’isola”.

La Cisl Fp rimane impegnata e convinta che il problema può essere risolto in tempi brevi così da dare dignità, tranquillità e serenità a una vasta platea di lavoratori sinora ignorata.