Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

21 settembre 09.21 San Piero Patti, iniziativa per Luigi Sturniolo, candidato con Claudio Fava

Luigi Sturniolo

Con un’assemblea plenaria il Movimento San Piero Bene Comune all’unanimità, rappresentato in consiglio comunale dal portavoce Gianluca Camuti, ha preso la decisione di sostenere alle prossime elezioni regionali, il candidato indipendente Luigi Sturniolo, membro storico della Rete No Ponte, della lista Claudio Fava Presidente.

“Con questa presa di posizione -scrivono i portavoce del Movimento- anche il movimento giovanile del piccolo paese della Valtimeto, in sintonia con la proposta e la sfida culturale e politica di Claudio Fava, vuole manifestare la volontà di cambiamento radicale, necessaria in questa regione dopo i disastrosi governi di Cuffaro e di Lombardo.

Da questo punto di vista la candidatura di Sturniolo, essendo egli un’indipendente, rappresenta un’opportunità fondamentale per chi come noi non si sente rappresentato adeguatamente dai partiti, ma che non vuole cedere sul terreno dei contenuti, adeguandosi magari ad altre narrazioni che facendo della lotta ai privilegi dei politici l’unica loro arma, dimenticano i processi, le cause e i veri motivi di una crisi che non è solo morale, ma politica, sociale ed umana.

La candidatura di Sturniolo è inoltre il veicolo dei contenuti critici elaborati dai movimenti contro le grandi opere, dispositivi che hanno e continuano ad assorbire, con la complicità della classe dirigente, enormi ricchezze comuni. La richiesta continua di investimenti nei settori della messa in sicurezza del territorio, in infrastrutture di prossimità, per il trasporto pubblico pendolare e a lunga percorrenza, per il recupero e l’adeguamento antisismico degli edifici pubblici, per una riqualificazione dei luoghi più caratteristici della nostra isola, deturpati dalle speculazioni edilizie, sono solo alcune delle elaborazioni che Sturniolo, insieme ai numerosi militanti No Ponte, hanno proposto in alternativa alla politica della Legge Obiettivo, che inscatola la democrazia, trasformandola in pura formalità, e consegna nelle mani dei privati e dei grossi contractor, legati a volte alle organizzazioni criminali, risorse da destinare ad interi territori.

Per questo il tema dell’incontro durante il quale presenteremo la sua candidatura a San Piero Patti sarà proprio, “Piccoli cantieri contro grandi opere – per una politica comune della cura dei luoghi”, che si terrà nella sala del Cinecircolo Il Semaforo alle 18.30 mercoledì 26 settembre.

All’incontro parteciperà anche il giornalista antimafia Antonio Mazzeo, attivista No Ponte e No Muos, recentemente querelato dal comune di Falcone per un’inchiesta sulla presenza delle organizzazioni criminali nel piccolo comune tirrenico”.

All’incontro sarà presentato l’appello della candidatura di Sturniolo, già sottoscritto da oltre 100 persone tra attivisti, giornalisti, attori, studenti, lavoratori e liberi professionisti di diverse parti della provincia di Messina.