Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

21 novembre 14.05 Consiglio congiunto tra Comune e Provincia per l’alluvione del 2009

Il Consiglio comunale è tornato a riunirsi stamani per una seduta congiunta con il Consiglio provinciale sulle tematiche delle zone alluvionate del messinese. Presenti anche i deputati nazionali, Francesco Stagno D’Alcontres, Enzo Garofalo e Francantonio Genovese; i parlamentari regionali, Filippo Panarello, Giuseppe Picciolo, Franco Rinaldi; il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca; il Presidente della Provincia, Nanni Ricevuto; i sindaci di San Fratello, Salvatore Sidoti Pinto; Sant’Angelo di Brolo, Basilio Caruso; Itala, Antonio Miceli; e Scaletta Zanclea, Mario Briguglio; ed i comitati civici. Il sindaco Buzzanca ha evidenziato che “l’odierno incontro è stato quantomai opportuno, perché consente di uscire da parecchi equivoci e di intraprendere una strada comune da percorrere nel rispetto delle leggi e della legalità. Alle nostre popolazioni – egli ha detto – dobbiamo dare le giuste informazioni nella consapevolezza che in due anni sono stati realizzati diversi interventi. Non si possono attribuire responsabilità al Governo regionale, perché la norma per i fondi è di recente formulazione. Mi auguro – ha concluso il sindaco – che le somme anticipate vengano ulteriormente implementate da nuovi fondi per la messa in sicurezza del nostro territorio. In questa fase si spendano i 54 milioni di euro disponibili, rinegoziando prima il rapporto di spendibilità con i nuovi interlocutori del Governo nazionale”. Al lungo dibattito sono intervenuti sia i parlamentari, il presidente della provincia, Nanni Ricevuto e i consiglieri di palazzo dei Leoni e palazzo Zanca. Domattina, martedì 22, alle ore 10.30, sarà votato il documento di sintesi per sottolineare che il territorio della Provincia di Messina non venga più umiliato e discriminato, ed auspicando interventi per la soluzione delle vicende, che hanno impedito l’arrivo dei fondi per la ricostruzione, la messa in sicurezza ed il sostegno alla popolazione ed all’economia dei territori colpiti. Sempre domani, martedì 22, ma nel pomeriggio alle ore 18, il Consiglio comunale tornerà a riunirsi per una seduta straordinaria e aperta, per la votazione degli ordini del giorno presentati e con i quali si affronteranno le questioni relative all’attraversamento stabile dello Stretto, alle opere connesse, complementari e compensative anche in vista della sottoscrizione dell’atto integrativo, che revisionerà in maniera definitiva il nuovo Accordo di Programma tra Comune di Messina, Regione Sicilia, Provincia di Messina, R.F.I. S.p.A., Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero dell’Economia e delle Finanze ed Anas S.p.A..