Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

21 maggio 11.16 Stragi di Capaci, via D’Amelio e Brindisi, le iniziative della società civile di Messina

Anche a Messina, la società civile si mobilita sia  contro i fatti tragici di Brindisi, sia per ricordare le stragi del ’92, Capaci e via d’Amelio.

Martedì sera, 22 maggio, una Fiaccolata silenziosa organizzata da associazioni e sindacati, rappresentanti di movimenti e gruppi impegnati nel sociale, partirà alle ore 18.00 davanti alla Prefettura, percorrerà la via Cavour fino al Tribunale dove si fermerà e dove giovani e studenti interverranno per salutare Melissa, per testimoniare la vicinanza della nostra città alla città di Brindisi e alla sua gioventù, e per ricordare che le mafie, la violenza e il terrorismo vanno combattute con l’impegno civile che parte proprio dalle scuole e dai giovani. 

Mercoledì 23, in occasione della ricorenza della strage di Capaci nella quale persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, a partire dalle ore 10.00, presso la Sala Visconti, si terrà un’iniziativa  con le scuole, ancora una volta per sensibilizzare i giovani alla cultura della legalità. 

La Cgil di Messina, che giovedì 24 sarà a Corleone per i Funerali di Stato di Placido Rizzotto, sindacalista ucciso dalla mafia 64 anni fa il cui corpo è stato solo recentemente ritrovato, contribuisce e partecipa alle inziative di questi giorni perché “Si tratti di mafia, si tratti di terrorismo o di azioni di folli che seminano terrore, deve essere chiara forte e netta la reazione della società civile– spiega  Lillo Oceano, segretario generale della Cgil di Messina-. Una reazione che deve partire dai giovani e che noi abbiamo il dovere di stimolare e sostenere insieme alla culturà della legalità, della democrazia, dell’importanza della coscienza civile collettiva  ”.