Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

21 aprile 13.45 Resta in prigione l’assassino di Graziella Campagna

Resta in carcere Gerlando Alberti, l’assassino di Graziella Campagna. L’Alberti, palermitano, classe 1947, residente a Falcone e attualmente detenuto presso  la Casa Circondariale di Milano Opera per l’omicidio di Graziella Campagna. Medesimo provvedimento anche per suo figlio, Santo Maurizio Alberti, 34 anni, già noto alle Forze dell’Ordine e attualmente detenuto presso il carcere di Gazzi per estorsione e danneggiamento.

La recente pronuncia della Corte di Cassazione che ha rigettato il ricorso presentato dai due e ha dato effetto al provvedimento custodiale dal Tribunale del Riesame di Messina che ha accolto l’appello, proposto in quella sede dalla Procura della Repubblica di Patti, avverso al provvedimento dell’Ufficio del G.I.P. di Patti, che aveva rigettato in prima istanza l’applicazione della custodia in carcere, non ritenendo ricorrere i gravi indizi di colpevolezza.

Sono stati dunque ritenuti sussistenti i gravi indizi di colpevolezza e la connessa esigenza cautelare, grazie anche alle risultanze investigative dei Carabinieri, che hanno appurato la responsabilità dei suddetti nelle richieste estorsive avanzate in danno di commercianti di Falcone nel periodo febbraio marzo 2010.