Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

20 agosto 12.16 Trasporti, presentato il nuovo piano del Comune

Un piano di sviluppo e di riqualificazione che possa portare entro quattro anni un miglioramento del servizio alla cittadinanza, aumentando la flotta ed attivando una New Co. È la sintesi di quanto emerso stamane a Palazzo Zanca, nel corso della conferenza stampa tenuta dall’assessore alla Viabilità Melino Capone, per presentare la presa d’atto della Giunta municipale degli elaborati del piano per la riorganizzazione dei servizi di mobilità nella città di Messina, con l’individuazione delle fonti finanziarie per la sua attuazione (Fesr, Fas, Fse 2007-2013, programmi comunitari ed altri).

Gli elaborati sono stati redatti da Innova BIC srl, società in house sottoposta alla direzione ed al coordinamento dell’Università degli Studi, del Comune e della Provincia regionale di Messina, e consegnati al Dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità del Comune il 13 agosto scorso. Il pacchetto di elaborati sarà confrontato ora con capigruppo, parti sociali e rappresentanze sindacali per poi essere esitato dalla Giunta ed affidato al Consiglio comunale per l’esame dell’Aula.

Non ancora definita la procedura per l’affidamento del servizio, che risente dell’evoluzione legislativa e normativa ancora in corso, ma l’orientamento è per una gara a doppio oggetto, con contratto di servizio e ricerca del socio privato della Spa con compiti operativi.

Due le ipotesi per migliorare l’operatività del servizio. La prima prevede una copertura di 5 milioni di chilometri con 103 bus e 20 di riserva e 365 mila chilometri per il tram. La seconda, da attivare dopo tre anni, prevede 7 milioni di chilometri da percorrere con 140 bus (117 in linea e 23 di riserva) e 500 mila per il cityway, ampliando l’attuale efficienza delle vetture del tram.

Per il personale, mantenimento e reimpiego degli attuali 599 lavoratori, anche attraverso funzioni aggiuntive come servizi ganasce, carro attrezzi e altro. Per quanto concerne le risorse economiche della nuova società, si prevede un capitale di 10-12 milioni tra beni strumentali, immobili e liquidità.

Gli elaborati, che individuano lo scenario del piano di riorganizzazione dei servizi di mobilità, in particolare riguardano: piano organizzativo di un possibile nuovo soggetto coordinatore della mobilità della città; linee di finanziamento su Fondi FESR, Fas, Fse e programmi comunitari; proposta di offerta formativa per il personale dipendente della nuova società di trasporto pubblico; la gestione dei contratti di servizio nelle aziende di trasporto pubblico locale-riflessioni e considerazioni; relazione tecnico economica per dimensionamento di massima dei servizi dei costi e dei ricavi della NewCo per la gestione di TPL e sosta a Messina; relazione sul personale; analisi benchmarking e individuazione variabili di successo – I Centri di distribuzione urbana, redatti dalla società Innovabic s.r.l. nell’ambito della convenzione con il Comune del 24 febbraio 2011.