Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

20 agosto 11.10 Depuratore Tono, entro la fine del mese l’Accordo di Programma

E’ stata condivisa da tutti i soggetti interessati la scheda tecnica relativa al sistema di depurazione di Tono, opera che ha ottenuto un finanziamento di 40 milioni di euro dal Cipe, secondo le intese con la Regione siciliana. Entro fine mese sarà posta la firma dell’Accordo di Programma Quadro (APQ) tra Regione, Ministero, Ato Idrico ed il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, definendo così il percorso dell’opera che risolverà il problema della depurazione delle acque reflue per un bacino di utenza di quarantamila residenti.

Il percorso era stato concordato nel corso di un incontro tenutosi all’Ato 3, presenti il responsabile dell’Ato idrico Giuseppe Santalco, il dirigente pianificazione e controllo dell’Ato 3 Santi Trovato e gli assessori Orazio Miloro e Pippo Isgrò. Precedentemente lo stesso Isgrò aveva partecipato ad un tavolo tecnico a Palermo presso l’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, per definire insieme ai rappresentanti degli altri Comuni della provincia di Messina, le modalità di individuazione del soggetto gestore e le fasi conseguenti alla copertura finanziaria dei progetti in modo da prevedere l’affidamento dei lavori entro il giugno del prossimo anno, coinvolgendo eventualmente, la struttura dell’ufficio del commissario delegato per l’emergenza rifiuti e tutela delle acque.

La procedura indicata, proprio per abbreviare i tempi, sarà quella di appalto integrato e/o appalto concorso. L’assessore allo Sviluppo economico Gianfranco Scoglio, nelle scorse settimane aveva sottolineato il valore di un’opera essenziale non soltanto per qualsiasi ipotesi di sviluppo turistico della città, ma anche per le normali qualità della vita di una porzione di territorio, evidenziando che oltre alla depurazione è necessario la definizione della rete di adduzione delle acque potabili e del gas, opere per le quali sono state completate le attività di progettazione e richiesto al Dipartimento Acque Regionali ed al concessionario Italgas S.p.A il finanziamento. Il progetto comprende non solo il depuratore ma anche le relative reti.