Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

2 novembre 08.49 La Cgil ricorda Francesco Lo Sardo

Francesco Lo Sardo, detenuto nel carcere fascista di Poggioreale

In occasione della commemorazione dei Defunti stamane alle 10 una delegazione della Cgil di Messina guidata dal segretario generale Lillo Oceano si recherà al Gran Camposanto per deporre una corona di fiori sulla tomba di Francesco Lo Sardo, uomo politico e sindacalista messinese che morì il 30 maggio del 1931 nelle carceri fasciste.

Lo Sardo, che nacque a Naso nel 1871, fu tra i protagonisti dei Fasci siciliani e delle lotte dei lavoratori per la conquista dei diritti civili e sociali nella provincia messinese. Visse il dramma del terremoto del 1908, fu parte attiva nella fase della ricostruzione e della riorganizzazione della Camera del lavoro e del movimento sindacale, anche nel primo dopoguerra.

Primo deputato comunista siciliano ad essere eletto al Parlamento nazionale, si batté contro il fascismo e le scelte liberticide del regime che lo perseguitò con arresti e reclusioni fino alla morte, avvenuta nel 1931 nel carcere di Poggioreale.

Messina ne ha sempre ricordato e sottolineato la figura e l’insegnamento intitolandogli non solo la sede della Cgil, la Camera del lavoro di via Peculio Frumentario, ma anche una delle principali piazze della città, quella non a caso chiamata anche piazza del Popolo.