Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

2 maggio 10.12 Lidi balneari, le proposte della FIBA al Comune

La F.I.B.A. (Federazione delle Imprese Balneari di Messina) ha presentato all’Amministrazione Comunale alcune proposte finalizzate all’aumento della qualità dei servizi turistici offerti dalla città di Messina, curandone la sostenibilità e l’impatto sul territorio. L’obiettivo è sviluppare, con interventi mirati e concreti, una sinergia tra pubblica amministrazione e impresa, che favorisca la crescita dei benefici e delle ricadute positive sul territorio, riducendo i disagi per la collettività. Le idee riguardano l’attrazione di parte dei flussi croceristici con il coinvolgimento dei servizi balneari strutturati offerti nel litorale cittadino; la predisposizione di una rete di trasporto pubblico dedicato con sfruttamento e razionalizzazione di un sistema di parcheggi a supporto dell’offerta balneare; la riduzione dell’impronta ecologica degli stabilimenti balneari, con una vera e propria svolta ecologica dei lidi con l’esclusivo utilizzo di materiale di consumo ecocompatibile ed un efficiente sistema di raccolta differenziata dei rifiuti prodotti. Su questi

temi, emersi durante una precedente riunione tra l’assessore alle politiche del mare, Pippo Isgrò, e i rappresentanti della Federazione delle Imprese Balneari di Messina, è stato concordato un nuovo confronto con l’amministrazione comunale, per approfondirne le possibilità di attuazione. La F.I.B.A., nel suo documento, ha proposto di valutare la possibilità per le migliaia di turisti, che sbarcano a Messina con le navi da crociera, di acquistare direttamente a bordo un pacchetto turistico, comprendendo servizi di balneazione, oltre a visite ed escursioni. Prevedere anche un servizio notturno di trasporto pubblico, dalle ore 22 alle 04, che colleghi il centro cittadino ai locali della riviera nord, con partenza ogni venti minuti da piazza Duomo, e limitare l’impatto ambientale delle attività commerciali e di servizi che occupano le aree demaniali marittime anche attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti e una riduzione sulla medesima tassa produrrebbe benefici sia per i turisti che per la collettività messinese.