Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

19 maggio 09.52 Consiglio Comunale, via libera all’adesione al Patto dei Sindaci

l Consiglio Comunale tornerà a riunirsi mercoledì 25, alle ore 18.30, per proseguire l’attività deliberativa. Nella seduta di ieri l’Aula ha esitato l’adesione al patto dei sindaci ed alla campagna See Italia (Sustenible Energy Europe) con la quale il Comune parteciperà all’iniziativa che coinvolge le città e i cittadini nello sviluppo della politica energetica dell’Unione europea. L’U.E. riconosce gli enti che agiscono in qualità di strutture di supporto, come “governi locali” e suoi “principali alleati” per trasmettere il messaggio e aumentare l’efficacia del Patto dei Sindaci. I Comuni che aderiscono al Patto, in pratica, coordinati dalle strutture di supporto si impegnano ad andare oltre gli obiettivi della UE, per ridurre le emissioni di CO2 con misure di efficienza energetica e azioni collegate allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili. Il consumo di energia è in costante aumento nelle città e ad oggi,

a livello europeo, tale consumo è responsabile di oltre il 50 per cento delle emissioni di gas serra causate, direttamente o indirettamente, dall’uso dell’energia da parte dell’uomo. L’iniziativa nacque il 29 gennaio 2008, nell’ambito della seconda edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile (EUSEW 2008), quanto la Commissione Europea lanciò Covenant of Mayors – il Patto dei Sindaci -, iniziativa per coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale. Il Consiglio infine, dopo aver approvato una delibera di debito fuori bilancio ha esitato il regolamento per la concessione di abbonamenti agevolati per il trasporto urbano ad anziani e categorie protette, con i limiti di reddito previsti. Il regolamento prevede l’ammissione al beneficio per i residenti a Messina che abbiano compiuto il 60 anno di età se uomini ed il 50 se donne; potranno usufruirne anche vedove ed orfani e dispersi in guerra; mutilati ed invalidi civili.