Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

19 maggio 08.32 Salone della Nautica, domani l’inaugurazione

Non solo “nautica” in occasione della prima edizione della rassegna dedicata al mare, in programma nella cittadella fieristica dello Stretto dal 20 al 22 maggio. Le Gallerie Marelia di Bergamo e Yvonne Arte Contemporanea di Vicenza,
allestiranno al primo piano dell’ex Irrera a mare una mostra collettiva comprendente opere di artisti contemporanei viventi, già affermati a livello nazionale e internazionale con proposte che spaziano dalla pittura, alla fotografia, dalla scultura all’installazione e tutti aventi come spunto originale il mare.

Esporranno: Antonio Del Donno (Benevento, 1927), che ha recentemente presentato una personale al Museo Magi di Pieve di Cento; Pina Inferrera, di origini Messinesi ma trasferitasi a Bergamo dove vive e lavora; Marco Lodola (Dorno, Pavia 1955) e Danilo Marchi (Biella, 1959) quest’ultimo con un Marlin a grandezza naturale in leggerissimo
P.E.T., materiale di scarto dell’industria dell’acqua minerale, ed ancora Gabriele Talarico (Catanzaro, 1974) che indaga il mondo dell’infanzia nei suoi aspetti più nascosti. Presenta invece scenari da fiaba Gian Marco Capraro (Milano, 1972) accompagnato da Veronica Organo ( Padova, 1977) con piccole sculture: omaggio agli uomini che amano le belle donne, omaggio alle donne che amano le belle case, omaggio a tutti coloro che sognano la barca e un faro.  Tra i giovanissimi Arianna Piazza (Asolo, 1983), finalista nei maggiori premi di arte, artista che lavora con smalti su plexiglass per realizzare mondi “glassati” come lecca lecca. Pornobello ci regala invece delle chicche erotiche, fresche e divertenti su materiale lavabile adatto a tutte le imbarcazioni mentre Dany Vescovi (Milano, 1969), affermato pittore milanese, dipinge il colore attraverso la rappresentazione di fiori. E per finire una decina di opere degli anni ’60 di Jacques Villeglé (Finistère – Francia, 1926) maestro del décollage di fama internazionale. Consacrato nel 2008 da una restrospettiva al Centre Pompidou di Parigi ed esposto nella collezione permanente del MoMA di New York.

Si ricorda che la prima Fiera nautica dello Stretto nasce dall’intento di promuovere la nautica della provincia ed alcuni settori produttivi in crescita economica. Per la manifestazione sono state organizzate mostre in
collaborazione con la Marina Militare, il CNR, i circoli velici della città e l’istituto nautico Caio Duilio.