Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

19 dicembre 20.09 Arrestato 63enne per violenza privata e danneggiamento

Nel primo pomeriggio di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Messina Tremestieri hanno tratto in arresto un uomo di 63 anni, poiché ritenuto responsabile di porto abusivo di armi, violenza privata, minaccia e danneggiamento.

L’intervento dei militari dell’Arma di Messina Tremestieri è scattato poco dopo le 11 di ieri mattina, quando un rivenditore di ricambi per auto ha segnalato di essersi recato, poco prima, con la propria autovettura presso l’autolavaggio sito all’interno dell’area di servizio “Tremestieri Ovest” ubicata sulla tangenziale di Messina, per recuperare un credito nei confronti del titolare dell’autolavaggio. Alla richiesta del saldo del debito il commerciante era stato minacciato con un fucile per cui si dava a precipitosa fuga rifugiandosi all’interno della propria autovettura. Dopo averlo raggiunto, il titolare dell’autolavaggio gli aveva danneggiato, con una grossa chiave meccanica, il vetro anteriore lato guida

dell’autovettura.

I militari della Stazione di Tremestieri, ricevuta la segnalazione da parte della vittima, che nel frattempo aveva raggiunto la caserma di Tremestieri, si recavano immediatamente presso l’area di servizio in questione, effettuando preliminari accertamenti volti a fare piena luce sulla vicenda e, nella circostanza, identificavano Natale Basile, nato a Messina, classe 1949, nel gestore dell’autolavaggio. Dopo una perquisizione all’interno della struttura commerciale veniva rinvenuto, all’interno di un furgone risultato nella disponibilità di Basile un fucile da caccia cl. 12, smontato in tre parti, nonché 6 cartucce dello stesso calibro.

Il Basile veniva tratto in arresto e su disposizione dell’autorità giudiziaria veniva posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del giudizio direttissimo che si è tenuto nella giornata odierna.

Il Giudice del Tribunale di Messina, dopo avere convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha diposto che Balisel fosse rimesso in libertà in attesa di giudizio.