Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

18 luglio 07.30 La dichiarazione di Adamo (Udc) sulla lettera di Monti a Lombardo

“L’intervento del premier Monti, tempestivo e corretto nella forma e nei toni, conferma appieno la giustezza dell’analisi sulla situazione finanziaria della Sicilia e la richiesta di un’azione urgente a livello nazionale per fermare una deriva che rischia di portare al tracollo dell’economia regionale e del sistema istituzionale”. Questa la dichiarazione diffusa ieri dalla Presidente del Gruppo UDC all’ARS Giulia Adamo.
“Per quanto ci riguarda non permetteremo ad alcuno di strumentalizzare il tema dell’Autonomia per tentare penosamente di prolungare l’esistenza di una legislatura ormai finita: la Sicilia ha bisogno di scelte drastiche per evitare il crac ed avviare un percorso di risanamento e sviluppo. Non si tratta di aver ragione come UDC, o come altri (vedi Confindustria), si tratta di rispondere con serietà a quanto chiede la stragrande maggioranza dei siciliani ed evitare il peggio. Si tratta di mettere finalmente fine ad anni ed anni di irresponsabilità, incompetenza e gestione clientelare della cosa pubblica che hanno portato il debito a dimensioni insostenibili, generato il dramma del precariato, sprecate e disperse le risorse comunitarie.  Noi” – conclude la capogruppo dei centristi – “siamo e saremo pronti a sfidare anche l’impopolarità per salvare le imprese e le famiglie.  Ognuno, adesso, non avrà più alibi: risponderà di fronte alle generazioni presenti e future e dovrà prendersi fino in fondo le proprie responsabilità”.