Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

18 aprile 16.49 Thyssen Krupp, Alfano (IDV): “Confindustria si scusi con i familiari delle vittime”

“Dopo le minacce della Thyssen Krupp di lasciare l’Italia a seguito della sentenza che ha condannato i suoi dirigenti per l’eccidio del 6 dicembre 2007 in cui furono bruciati vivi sette operai, Confindustria scende subito in campo, non per tutelare le vittime e i loro familiari, ma attaccando volgarmente i magistrati. E’ inconcepibile”.

E’ indignata Sonia Alfano, parlamentare europeo dell’Italia dei Valori, venuta a conoscenza della posizione della Confindustria italiana che, tramite il vicepresidente di Confindustria con delega alla

Sicurezza, Samuele Gattegno, ha definito la sentenza ‘insensata’.

“Insensato è morire in una fabbrica i cui dirigenti, italiani e tedeschi, nonostante conoscessero i rischi per la sicurezza, li hanno volutamente ignorati. La Thyssen aveva chiesto a Confindustria ‘tutela e passi ufficiali’, che poche ore dopo sono arrivati – ha detto la Alfano -. Ora siamo noi ad aspettarci dagli industriali delle scuse ufficiali ai magistrati ma soprattutto ai familiari di quelle vittime innocenti sacrificate in nome del risparmio aziendale e che mai potranno essere risarcite” conclude.