Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

17 novembre 18.07 “Arrivare, restare, tornare”, oggi primo incontro di VivaMessina

Oltre 200 persone hanno partecipato oggi a Santa Maria Alemanna, al primo incontro convocato da VivaMessina.com. Il presidente Ernesto Marcianò  ha presentato la nuova associazione politico-culturale, che ha deciso di impegnarsi in città a cominciare dalle prossime elezioni amministrative.

Nel corso degli interventi, gli interlocutori hanno raccontato attraverso le loro storie personali, la visione di una città bellissima ma troppo difficile da vivere.

Ne hanno parlato il Comandante del R.I.S. Sergio Schiavone, che attraverso la sua opera letteraria “Un filo di luce”,  si è dichiarato messinese di adozione e innamorato delle bellezze naturali, e di cittadini che hanno mostrato, in tanti ambiti, forza e talento per recuperare il terreno perduto.

Il pubblicitario Gianfranco Moraci e il giovane imprenditore Alberto Bernava hanno raccontato l’esperienza di chi è tornato a Messina, per investire ancora nella città d’origine nonostante le opportunità conseguite fuori da essa.

Mentre l’operatrice culturale Milena Romeo ha raccontato la difficoltà di operare in uno dei settori vitali con  amministrazioni disattente ai temi che potrebbero costituire la cifra caratteristica della città.

Il dibattito che ne è scaturito ha inchiodato le amministrazioni dell’ultimo decennio alle loro enormi responsabilità in tema di spreco delle risorse e di totale perdita della credibilità della politica.

Noi però non siamo l’antipolitica -ha dichiarato il presidente Marcianò- noi vogliamo rappresentare la bella politica, siamo tutti convinti che la città abbia bisogno di ripartire intanto dal lavoro del commissario Luigi Croce che deve assolutamente scongiurare l’ipotesi del dissesto finanziario, che in prima battuta causerebbe la perdita di 1600 posti di lavoro, non assorbibili da un tessuto imprenditoriale cittadino fortemente indebolito. E’ necessario rilanciare, oltre il tema del lavoro, quello dell’ambiente, della vivibilità e della difesa delle categorie più deboli, anziani, diversamente abili, bambini”.

Al termine dell’assemblea è stato stabilito che mercoledì alle 19 saranno determinati i ruoli operativi dell’associazione e si inizierà a discutere il documento programmatico da approvare in vista delle prossime elezioni amministrative.