Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

17 maggio 17.14 Mafia, Alfano (IDV): “Saverio Romano abbia la decenza di tacere”

“Non è certo un indagato per mafia e corruzione che può dare patenti di onestà e trasparenza. Saverio Romano è quello che è andato a braccetto per anni con il condannato per mafia Salvatore Cuffaro, che lo ha raggiunto subito dopo la sentenza definitiva di condanna per esprimergli la propria solidarietà e che fino a ieri lo ha applaudito pubblicamente, senza vergogna. Abbia, per una volta nella vita, la decenza di tacere e fare il suo lavoro da indagato”.

E’ la replica dell’europarlamentare di IdV Sonia Alfano al Ministro dell’agricoltura Saverio Romano, che ha dichiarato di aver sempre ritenuto, e di ritenere tuttora, Giammarinaro ‘una persona per bene’. Giammarinaro è indagato per riciclaggio e questa mattina i poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura e i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Trapani gli hanno sequestrato beni per 35 milioni di euro nell’ambito dell’operazione “Salus Iniqua”.

“Il cosiddetto ministro si scambiava pizzini, in gran segreto, con Giammarinaro, mentre questo era un sorvegliato speciale con obbligo di dimora a Salemi. Più volte – prosegue – i due si sono incontrati a Palermo. Non lo trova sconveniente? Comprendo che dopo aver frequentato Cuffaro ogni altro personaggio può apparire come un buon samaritano – sottolinea – ma scambiarsi pizzini con un rappresentante della borghesia mafiosa non è un bel biglietto da visita. Una cosa è certa – conclude Alfano – dopo lui chiunque può diventare Ministro in questo Paese”.