Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

16 marzo 16.21 Nucleare, Tranchida: “Folle ipotesi siti in Sicilia”

Per l’assessore regionale al Turismo, Daniele Tranchida, “nel momento in cui paesi europei di consolidata “tradizione” nucleare, come la Germania o la Polonia, stabiliscono moratorie sul prolungamento delle centrali o di sottoporre a profonda revisione quelle esistenti, in Italia circola gia’ un’ipotesi, circolata nei giorni scorsi sulla stampa, di individuazione di siti per nuove centrali che non tengono conto della realta’ dei territori. Senza entrare nel merito del dibattito sul ritorno all’atomo in Italia, se fosse vera, l’ipotesi di individuare, 4 possibili siti in Sicilia, le zone costiere vicine a Mazara del Vallo, a Marina di Ragusa, oltre a quelle vicino a Gela e a Licata, sarebbe semplicemente assurda e inopportuna.

Una scelta che darebbe un colpo mortale al turismo e, quindi, all’intera economia di quelle zone, basata quasi esclusivamente sul turismo. Queste sono tra le localita’ con le maggiori attrattive turistiche nell’isola. A Marina di Ragusa e’ stato costruito un porto turistico tra i piu’ grandi dell’isola, uno dei cosiddetti hub per la nautica da diporto extraregionale della Sicilia, che ha dato un forte impulso all’economia turistica dell’intera provincia iblea. Anche nell’area vicino a Mazara sono stati fatti consistenti investimenti per potenziare la dotazione infrastrutturale e alberghiera, in una provincia, quella di Trapani, che ha fatto segnare un forte aumento dei flussi turistici. Prevedere centrali nucleare in quelle zone significa vanificare tutti gli sforzi fatti in questi anni per far crescere l’economia turistica dell’intera Sicilia”.