16 marzo 13.10 Festeggiamenti Unità d’Italia, gli eventi di oggi

Sono proseguiti oggi gli eventi per la celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Studenti del liceo classico La Farina, promotori nel loro istituto dell’iniziativa “Noi festeggiamo”, hanno partecipato, nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca, ad un dibattito, dove sono stati trattati i temi dell’Unità d’Italia. Presenti numerose autorità civili e religiose, tra cui il vice presidente del Senato, on. Domenico Nania, e il prefetto di Messina, Francesco Alecci. Alle ore 17, al Palacultura, è in programma un convegno dal tema “Le fondamenta di una coesione nazionale”, promosso dalla Provincia regionale con interventi di storici ed esperti, mentre alle ore 19.30, per iniziativa delle Associazioni musicali Filarmonica Laudamo, Accademia Filarmonica e Vincenzo Bellini, saranno proposti concerti di musiche e canti risorgimentali. Domani, giovedì 17, alle ore 9.30, in occasione della giornata conclusiva, si svolgerà nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca, un incontro sul Risorgimento italiano e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico, documentario ed iconografico del Comune, a cura di Giovanna Famà, con la relazione sulle carte risorgimentali, a cura di Giovanni Molonia, e le carte storiche raccontate dagli alunni della scuola media G.

Pascoli. Alle ore 19.30, all’Auditorium del Palacultura, promosso dal Comune di Messina, il concerto del soprano Tiziana Caminiti, che si esibirà con l’orchestra del teatro Vittorio Emanuele, diretta dal maestro Michele Amoroso. Sempre domani, giovedì 17, alle ore 18.30, visita guidata alla mostra “I doppi Caravaggio: il mistero dei due S. Francesco in meditazione”, allestita al Palacultura, prorogata fino al 20 marzo. A conclusione degli appuntamenti l’Istituto d’istruzione superiore Antonello, proporrà una degustazione di sapori italiani. Gli eventi culturali evidenziano la memoria risorgimentale di Messina, città per la quale, con Regio Decreto 22 maggio 1898, n. 186, fu ordinata “la coniazione di una medaglia d’oro, da consegnarsi al comune di Messina per commemorare le azioni eroiche compiute dalla cittadinanza messinese nei gloriosi fatti del 1848″. Con Regio Decreto 395 del 4 settembre 1898 a Messina, fu conferita la Medaglia alle Città Benemerite del Risorgimento Nazionale con la motivazione: “Per commemorare le azioni eroiche della cittadinanza nei gloriosi fatti del 1848 che aprirono il risorgimento nazionale e la conquista dell’Unità, Messina partecipò a tutti i moti rivoluzionari siciliani, da quelli del ’20-’21 a quelli del 22 marzo 1821 e del 1° settembre 1847”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *