Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

16 giugno 20.31 Inchiesta smog, la Regione ha attivato i Piani di azione

“Il piano regionale di coordinamento della qualita’ dell’aria-ambiente e’ stato modificato e aggiornato gia’ nel 2008. Sempre in quell’anno, l’amministrazione ha realizzato l’inventario regionale delle emissioni in aria /ambiente, la valutazione della qualita’ dell’aria nel territorio regionale; sempre nel 2008 la zonizzazione del territorio regionale. Sono tutti provvedimenti realizzati con metodologie scientifiche. Inoltre, sempre in quel periodo, sono stati attivati i tavoli provinciali per arrivare alla concertazione di tutte le azioni da porre in essere per la tutela della qualita’ dell’aria. Oltre ai tavoli provinciali, e’ stato attivato il tavolo di coordinamento regionale. A questi organi collegiali hanno preso parte Enti Locali, Universita’, associazioni ambientalisti, organizzazioni sindacali e datoriali.

Nel 2009 sono stati raggiunti altri due obiettivi: la zonizzazione preliminare per Ipa (idrocarburi policiclici aromatici) e metalli pesanti, la valutazione e la zonizzazione preliminare per la rilevazione dei dati dell’ozono.

Successivamente e’ stato preparato il documento preliminare per tutte le iniziative per la tutela della qualita’ dell’aria. Questo screening generale sintetizza tutte le attivita’ svolte nel periodo compreso tra il 2007 e il 2009. Il documento e’ stato definito a luglio dell’anno scorso. Nello stesso periodo e’ entrato in vigore un nuovo Decreto legislativo (155/2010) con cui il Ministero dell’Ambiente ha disposto la revisione di tutte le zonizzazioni territoriali contenute nei piani regionali. Con questo decreto si prevede la ridislocazione delle reti di monitoraggio. Seguendo le indicazioni del decreto legislativo, l’amministrazione ha gia’ predisposto le nuove zonizzazioni che sono gia’ in fase di valutazione presso il Ministero dell’Ambiente. Quando il Ministero avra’ esitato le nostre proposte di zonizzazione e reti di monitoraggio, la regione potra’ partire con i piani di azione, i documenti strategici per il controllo sistematico della qualita’ dell’aria e la prevenzione de i fenomeni di inquinamento”. E’ la nota della Presidenza della Regione siciliana, in relazione all’inchiesta sui piani anti inquinamento, portata avanti dalla Procura della Repubblica di Palermo.