Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

16 giugno 09.43 Festeggiamenti Sant’Antonio, le limitazioni viarie

Sabato 18, in occasione della celebrazione della festività di S. Antonio sono state disposte limitazioni viarie per la processione del simulacro del Santo. Dalle ore 00 alle 24, vigerà il divieto di transito in via S. Cecilia, tra la via C. Battisti ed il viale San Martino; in via C. Battisti, tra le vie E. Geraci e L. Manara ed in tutta l’area di piazza Sant’Annibale. In via S. Cecilia i bambini del Piccolo Coro Antoniano canteranno il tradizionale Inno a S. Antonio. Sul carro trionfale alto 7 metri, trovano posto i bambini dell’Antoniano vestiti da marinaretti ed il Santo posto sopra il mondo, rivestito di tutti i preziosi, che i devoti portano come voto al Santuario con migliaia di fiori. La tradizione si è affermata durante il secolo scorso ad opera di Sant’Annibale Maria di Francia, Santo della città di Messina, istitutore del culto a Sant’Antonio e fondatore del Santuario e Orfanotrofio Antoniano. Sono ogni anno migliaia e migliaia i fedeli, devoti, pellegrini, e turisti provenienti da ogni parte del sud Italia, che assiepano le vie del centro della città per assistere alla tradizionale Processione di S. Antonio con il Carro Trionfale. La secolare processione punto di riferimento per i devoti antoniani, è entrata a pieno titolo a far parte del tessuto sociale, culturale e tradizionale di Messina e Provincia, ed iscrive ogni anno pagine di fede, di amore, di grazie e miracoli, che il Santo dispensa agli ammalati, ai bambini, ai giovani e soprattutto ai cittadini messinesi che considerano il Santo di Padova come il loro “S. Antonio di Messina”. Questa tradizione voluta e sollecitata da S. Annibale Maria Di Francia ha valicato i confini cittadini, ed ha raggiunto molti centri della Sicilia, della Calabria e della Puglia, tanto da far proclamare a pieno titolo Messina “Città Antoniana per eccellenza”. Sabato 18, all’evento religioso, sarà presente Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Gianfranco Girotti, Arcivescovo e Reggente della Penitenzieria Apostolica della Città del Vaticano, che celebrerà alle ore 18 la Messa Solenne e alle 19,30 presiederà la Processione con il Carro Trionfale ed il mezzo busto Reliquiario di S. Antonio, dono della Basilica di Padova alla Basilica messinese, come segno della grande devozione al Santo. Al termine della processione l’Arcivescovo terrà il suo discorso conclusivo e benedirà i pellegrini e affiderà la Città di Messina a S. Antonio. Alle ore 21 è previsto lo spettacolo di fuochi pirotecnici in piazza Annibale Di Francia, ed alle ore 21.30 la S. Messa.