Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

16 gennaio 17.41 Successo dei Sindacati Confederali, un altro dodicesimo di bilancio per un altro stipendio

Un ulteriore stipendio e l’impegno ad avviare in tempi strettissimi un tavolo sul problema ATM, questo il risultato del confronto richiesto da CGIL, CISL, UIL,FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, con il Commissario Straordinario Croce, e svoltosi stamani a Palazzo Zanca. Il sindacato unitario, nei giorni scorsi, aveva già messo in guardia l’amministrazione sulla difficoltà di contenere le legittime aspirazioni dei dipendenti, se non si fosse subito intervenuto a risolvere il problema degli stipendi e l’assetto dell’azienda e dei servizi, ridotti ormai al minimo e messi a totale carico dei lavoratori.                                                                                                                                           Ritardare ancora l’allineamento dei salari ATM, fermi ad ottobre 2012, a quello delle altre partecipate e non avviare da subito il percorso per restituire il servizio di trasporto pubblico alla città, oltre ad essere una ineludibile questione di giustizia per cittadini e lavoratori è, per tutto il sindacato confederale, anche una rischiosa perdita di tempo, che non tiene conto delle oggettive condizioni dell’azienda e, non ultimo, delle risorse comunali. Per CGIL CISL UIL,

e per le rispettive organizzazioni di categoria, stipendi e servizio non possono essere disgiunti e, se non si tenta da subito di recuperare il pesante gap prodotto dalla passata amministrazione, sarà sempre più difficile, nei prossimi mesi, pensare di mantenere un servizio essenziale come il servizio pubblico di trasporto sommando il numero di stipendi non corrisposti e con una azienda che priva di una  gestione e di una direzione adeguata che tira a campare, con trasferimenti sempre più ridotti e senza nemmeno avere la conoscenza dei propri debiti. Al Commissario Croce che ha ribadito la necessità di attendere l’erogazione dei 40 mln dal Governo Regionale e che confida, seguendo personalmente la vicenda, che i tempi non saranno lunghi, il sindacato ha risposto chiedendo un intervento straordinario in considerazione dello stato a cui è giunto il servizio, che consenta di superare la corresponsione del semplice dodicesimo di bilancio ed il milione aggiunto.

Alla fine è stato siglato un verbale di incontro nella quale l’Amministrazione comunale anticipa un ulteriore dodicesimo ai precedenti 2,4 mln, che servirà a pagare un altro stipendio, e si impegna ad instaurare in tempi brevi un incontro in ordine ai problemi ATM. Per il sindacato si tratta di un segnale importante per i lavoratori e per la città che, chiaramente non risolve del tutto la questione, ma contribuisce a creare il clima per avviare quei necessari cambiamenti, senza i quali non vi sarà né azienda e né servizi.