Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

16 febbraio 16.28 Gestione Iacp, intervento del consigliere provinciale Matteo Francilia (UDC)

Sulla gestione commissariale dell’Iacp stamane è intervenuto in aula durante la seduta del Consiglio provinciale il capogruppo dell’UDC-Centro con D’Alia Matteo Francilia, che nel suo ha richiesto con forza al presidente della Provincia Nanni Ricevuto di farsi carico dell’annosa questione e di attivarsi al più presto nei confronti del presidente della Regione Lombardo, competente per le nomine e degli altri Enti deputati a formulare le relative proposte, così che si possa finalmente porre fine alla vergognosa vicenda dell’I.A.C.P.
Il coordinatore provinciale UDC è intervenuto anche a proposito dell’avvicendamento delle nomine commissariali, rispetto all’insediamento del Consiglio d’amministrazione, per cui “gli annosi problemi che affliggono l’Istituto Autonomo Case Popolari, pur dovendo riconoscere lo sforzo profuso da chi è stato incaricato a supplire alla vacanza degli organi dell’Istituto, restano irrisolti”.
Francilia ha messo in evidenza anche la gravissima situazione economica finanziaria dell’Ente, dovuta ad una morosità di 25 milioni di euro.
“La gravissima situazione economica-finanziaria -dichiara Matteo Francilia- che non costituisce un problema semplicemente di

tipo economico, ma che va affrontato nella sua complessità di emergenza sociale, deve trovare una soluzione che consenta di contemperare le esigenze degli inquilini con quelle finanziarie dell’Ente. Un altro problema -continua Francilia- è quello della manutenzione degli alloggi, correlato alla proprietà degli stessi ed alla possibilità da parte degli inquilini di poterli acquistare. Per non parlare degli alloggi non ultimati e, per certi versi, abbandonati, con una costante crescita di richieste ed una vera e propria di casa in provincia di Messina. L’imperversare degli abusivi – sottolinea il coordinatore provinciale dell’UDC- a fronte dell’ingestibilità degli alloggi disponibili e dei ritardi nella predisposizione dei bandi che non consentono alle coppie più giovani e meno abbienti di poter soddisfare l’insormontabile esigenza di abitazione, ci fa capire che non si può più attendere. Occorre -conclude Francilia- un intervento da parte degli Enti competenti risolutivo ed immediato, in modo tale che possano essere affrontati gli innumerevoli ed irrisolti problemi che ad oggi hanno caratterizzato la vergognosa vicenda di perenne provvisorietà dell’Iacp”.