Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

15 marzo 09.21 Oscillatore di dimensioni nanometriche, nel team anche ricercatori di Messina

Ricercatori dell’Università degli Studi di Messina, consorziati con un team di ricerca internazionale, hanno identificato, progettato e caratterizzato l’oscillatore di dimensioni nanometriche con la più alta efficienza energetica misurata fin’oggi, e compatibile con la tecnologia CMOS.

Il principio fisico che sta alla base del suo comportamento è il trasferimento di momento magnetico di spin mediante correnti spin-polarizzate, in altre parole oltre la carica dell’elettrone si utilizza il grado di libertà dello spin per eccitare una dinamica di auto-oscillazione magnetica persistente.

L’oscillatore proposto è di grande impatto in termini di applicazione ad esempio in dispositivi elettronici portatili,

moduli wireless, etc.

I principali autori sono per la parte sperimentale Z. M. Zeng, professore di nanofabrication facility presso il Suzhou Institute of Nano-tech and Nano-bionics (SINANO), Chinese Academy of Sciences, e per lo sviluppo dei modelli teorici Giovanni Finocchio, ricercatore a tempo determinato presso l’Università di Messina.

L’articolo “Ultralow-current-density and bias-field-free spin-transfer nano-oscillator,” è stato pubblicato online nella rivista internazionale Scientific Reports (Nature Group)http://www.nature.com/srep/2013/130312/srep01426/full/srep01426.html

Altri autori chiave del lavoro sono Hongwen Jiang, UCLA professor di fisica e astronomia, Kang L. Wang, UCLA Professor di Ingegneria Elettrica e direttore del Western Institute of Nanoelectronics (WIN), e Bruno Azzerboni Professore ordinario di elettrotecnica presso l’Università of Messina.