15 febbraio 11.24 Messinambiente, infortunio sul lavoro. La Cgil: “Mancata formazione sulla sicurezza la causa”

La Fp e la Uiltrasporti di Messina attraverso i segretari generali Clara Crocè e Silvio Lasagni e del responsabile di settore per la Fp Carmelo Pino,  denunciano un grave infortunio sul lavoro occorso nella giornata di ieri ad un dipendente della Messinambiente. L’incidente rientra  a pieno titolo nella categoria degli infortuni da mancata formazione – una delle maggiori cause di infortunio guardando alle statistiche. L’operaio infatti fa parte del gruppo dei neo assunti a seguito della sentenza del Giudice del lavoro. Le OOSS puntano infatti il dito sulla carenza di formazione rivolta ai nuovi assunti e sul malfunzionamento degli automezzi.
“Riteniamo che su queste vicende ci sia una grave responsabilità del sindaco Buzzanca nella qualità di socio di maggioranza

della azienda cittadina non ha posto in essere  tutte le misure necessarie per garantire il servizio ai cittadini e la sicurezza dei lavoratori- osservano i tre dirigenti sindacali-. Da anni denunciamo lo stato di precarietà e le condizioni generali in cui sono costrette a lavorare le maestranze.
Se i cittadini nei prossimi giorni troveranno i cassonetti ricolmi di immondizia la colpa  è  da addossare esclusivamente al Sindaco e all’Ato 3 e che hanno condotto l’azienda a questo stato. Su dieci automezzi che dovrebbero partire nel turno di mattina ben  cinque si fermano a causa dei guasti”.
Fp Cgil e Uiltrasporti Messina chiedono al Sindaco un immediato confronto: “La vicenda dei rifiuti  – concludono i dirigenti sindacali- non può essere liquidata con un semplice piagnisteo rivolto al Ministro per richiedere  i fondi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *