Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

14 maggio 13.25 Scaletta, alluvione 2009: le ditte occupano la strada per protestare contro i mancati pagamenti

I rappresentanti di una ventina di ditte che hanno lavorato per liberare dal fango Scaletta Zanclea (Me) durante l’alluvione del primo ottobre 2009, hanno bloccato stamattina la Statale 114, nei pressi del comune jonico. Protestano perche’ da due anni aspettano i rimborsi dei pagamenti per i lavori eseguiti. La protesta è rientrata grazie alla mediazione dell’on Cateno De Luca che ha stamani si è recato sui luoghi della protesta solidarizzando con  i manifestanti e dichiarando che presenterà  un emendamento che prevede il reperimento di 5 milioni, da prelevare dai fondi previsti dall’articolo 76, comma 4, della legge regionale del 26 marzo 2002, n. 2, a favore delle aziende che hanno lavorato durante i tragici giorni dell’alluvione’”. De Luca ha inoltre annunciato che nel caso in cui  le richieste delle ditte non fossero accolte, la protesta  si sposterà a Palermo davanti alla sede della Regione. Il presidente del Consiglio comunale di Scaletta Zanclea, Guido Di Blasi, esprime solidarieta’ ai rappresentanti delle ditte. ”E’ giunto il momento che tutte le istituzioni, indipendentemente dall’appartenenza politica si attivino affinche’ questa situazione venga risolta definitivamente – dice -. Il sindaco Mario Briguglio, in un incontro avvenuto due giorni fa in Comune, ha giustamente ribadito l’esigenza che tutta la deputazione regionale e nazionale messinese si attivi per risolvere la situazione”.