Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

14 luglio 10.38 Villaggio CEP, un caso di favismo. Disposizioni del sindaco

Gli agenti della Polizia municipale e gli organi di vigilanza dell’AUSL 5 sono stati incaricati del controllo e dell’esecuzione dell’ordinanza del sindaco, Giuseppe Buzzanca, che per un caso di favismo vieta la coltivazione per un raggio di 300 metri e la vendita per un raggio di 150, anche in forma ambulante, di fave e piselli in forma sfusa, intorno al plesso scolastico A.M. di Francia, in via dei Gelsomini 9, a Contesse – CEP. La vendita di leguminose fresche, preconfezionate in sacchetti sigillati, può essere effettuata a condizione che nell’esercizio commerciale sia esposto, bene in vista, un cartello che segnali al “cittadino a rischio di crisi emolitica da favismo” la presenza nel locale delle leguminose fresche. Nei confronti dei contravventori è prevista la denuncia all’Autorità giudiziaria (art. 650 del Codice Penale).