Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

14 febbraio 15.06 Rapina in casa una connazionale, arrestato minorenne rumeno

Santa Teresa di Riva (Me). Tempestivo intervento ed immediata azione investigativa quella portata a termine ieri sera dai militari della Stazione Carabinieri di Santa Teresa di Riva, che a conclusione degli accertamenti, hanno arrestato un cittadino rumeno di diciassette anni, in quanto responsabile di rapina.

A finire in manette, come detto, un giovane, già noto alle Forze dell’Ordine, il quale, poco prima, intorno alle 20, si è reso responsabile di una rapina perpetrata presso l’abitazione dove dimora una sua connazionale di venticinque anni, dandosi poi alla fuga per timore dell’intervento delle Forze dell’Ordine.

A fare scattare le indagini dei Carabinieri la stessa vittima, la quale, scesa subito in strada, ha attirato subito l’attenzione di una pattuglia dei Carabinieri in transito nei pressi della via dove la stessa dimora.

Nel corso della ricostruzione

dei fatti, è emerso che il cittadino rumeno, dopo essersi introdotto furtivamente all’interno dell’abitazione della giovane donna, approfittando dell’assenza di quest’ultima, sarebbe stato poi sorpreso dal rientro imprevisto della vittima, dalla quale, dopo una colluttazione, si faceva consegnare un telefono cellulare.

A quel punto, una volta acquisiti tutti gli elementi necessari per l’identificazione del malfattore, i Carabinieri si sono posti sulle sue tracce, riuscendo ad individuarlo e bloccarlo presso la propria abitazione, ancora in possesso del telefono cellulare rapinato.

La cittadina rumena, che nel corso dell’aggressione da parte del connazionale, aveva riportato delle escoriazioni al petto, a seguito delle cure dei sanitari è stata giudicata guaribile con un giorno di prognosi.

Dopo l’arresto, con l’accusa di rapina, il diciassettenne è stato quindi trasferito presso il Centro di Prima Accoglienza per i Minorenni di Viale Europa del capoluogo peloritano.