Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

14 febbraio 10.05 Degrado mercato Vascone, nota del consigliere Ticonosco

Infiltrazioni d’acqua all’interno dei box, degrado e abbandono al mercato Vascone, il consigliere comunale Salvatore Ticonosco prende carta e penna e scrive al sindaco Buzzanca, all’assessore al Commercio Puglisi e al comandante dei Vigili Urbani Ferlisi.

“Il sottoscritto Consigliere Comunale, presa visione e ricevute al riguardo segnalazioni da parte degli operatori del mercato Vascone, che confermano la sostanziale veridicità delle affermazioni contenute in oggetto;
Verificato personalmente da un sopralluogo effettuato al mercato Vascone in data venerdì 11 febbraio u.s. con l’ing. Graziano Scandurra, autorevole e qualificato dirigente comunale, nonché, profondo conoscitore delle problematiche con delega, anche, alla manutenzione dei mercati cittadini;
Considerato che dalla verifica è emersa l’esistenza di una palese disorganizzazione e degrado, ove tutto è permesso; “anarchia”, come oltrepassare la linea di demarcazione concessa, introdurre all’interno moto e motorini o parcheggiare all’ingresso un’autovettura; abusivismo all’esterno del mercato, probabilmente a causa di una carente attenzione da parte degli organi preposti;
Che il settore dei mercati è stato considerato da esperti, un settore trainante e volano di sviluppo che rappresenta per la città di Messina in termini percentuali, il 30% della nostra economia;
Che lo scrivente da anni, a partire dalla precedente Consiliatura aveva più volte chiesto l’applicazione di una politica di tipo restyling, termine applicato in molte città e utilizzato in diversi ambiti, con il significato di rivisitazione di una

struttura già esistente senza lo stravolgimento dello stesso, ma semplici interventi mirati alla conservazione ed al mantenimento delle strutture esistenti sul territorio;
Ritenuto in altre città d’Italia, stando agli ultimi dati forniti dall’Istituto Nazionale di Statistica, il settore del commercio fisso al dettaglio, sta attraversando un periodo di profonda crisi, ma se le vendite scendono negli hard discount, ipermercati e negozi, lo stesso non vale sorprendentemente per le bancarelle e i mercati rionali, dove si registra una controtendenza, in quanto i consumatori hanno maggiori possibilità di confrontare qualità e prezzo;
Che la Sezione di Polizia Annonaria diretta dal Commissario Pietro Villarà risulta sottodimensionata in termini di unità operative, tali da soddisfare e prevenire l’abusivismo e quanto summenzionato.

Tutto ciò, premesso considerato e ritenuto.
INVITA IL SIGNOR SINDACO

Poiché la squadra di Polizia Annonaria, allo stato attuale, non dispone di un organico sufficiente di uomini per soddisfare e prevenire il fenomeno dell’abusivismo, di valutare grazie agli ottimi risultati riscontrati dalla squadra Decoro, se non sia il caso di coinvolgere o accorpare la Sezione Decoro, guidata dal Commissario Biagio Santagati a quella Annonaria del Commissario Villarà, al fine di prevenire quanto sopra. Le rammento che la Delibera N°.20/C del 18 maggio 1999, del regolamento comunale, all’art. 2 testualmente obbliga il Comune a organizzare e esercitare direttamente ai sensi di legge i servizi di direzione e vigilanza da parte della Polizia Annonaria”.