Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

13 aprile 11.32 Uil, secondo appuntamento del ciclo “Percorsi condivisi per uno sviluppo sostenibile”

Pur essendo un comprensorio dotato di impareggiabili bellezze paesaggistiche (basti pensare al Parco dei Nebrodi e alla Costa Saracena, con i suoi quasi 8000 posti letto), risorse produttive e numerose tipicità dal punto di vista manifatturiero e agroalimentare, l’area dei Nebrodi  soffre ormai da tempo degli effetti di numerose disfunzioni. Il territorio, ferito nel più profondo, è stato stravolto da un dissesto senza precedenti che ha coinvolto quasi tutti gli abitati della fascia nebroidea, da Gioiosa, a Piraino, Sant’Angelo di Brolo, Sinagra, Raccuia, sino a San Fratello, Caronia, Capo D’Orlando e Brolo.  A ciò si aggiunga il rischio isolamento dovuto tanto alla fragilità del territorio quanto alla mancata realizzazione e al mancato completamento di importanti infrastrutture, come la S.S Nord-Sud (Santo Stefano-Gela) e il raddoppio ferroviario sulla linea Patti-Cefalù. Un problema questo che si connette fortemente al disimpegno di Rfi in tutta la Provincia con il taglio dei treni a lunga percorrenza, la riduzione delle soste e il conseguente abbandono delle stazioni. Il tutto in un’area caratterizzata da una alta incidenza di lavoro nero e irregolare e con un altissimo numero di precari.

BOZZA INTERVENTI

Relatori:

Salvatore Orlando, Segretario Provinciale UILA

Nunzio Musca, Responsabile Zonale UIL Sant’Agata Militello

 

Interventi Programmati:

Antonino Messina, Presidente Camera di Commercio Messina

Giuseppe Mastrandrea, Presidente Unione dei Nebrodi

Bruno Mancuso, Sindaco del Comune di Sant’Agata Militello

Enzo Sindoni, Sindaco del Comune di Capo D’Orlando

Iano Antoci, Sindaco del Comune di Mistretta

Salvatore Sidoti Pinto, Sindaco del Comune di San Fratello

Antonino Ferro, Commissario Straordinario Ente Parco dei Nebrodi

 

Presiede e coordina:

Costantino Amato, Segretario Generale CSP UIL Messina