Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

12 ottobre 07.30 Lavori torrenti Trapani e Guardia, stamen sopralluogo di Scoglio

Prosegue l’attività del cantiere di ripristino strutturale e riqualificazione della copertura del torrente Trapani, tra le vie Garibaldi e Boner, e di quello per i lavori di tombinatura del torrente Guardia. Stamane alle 10 l’assessore ai lavori pubblici, Gianfranco Scoglio, si recherà prima al torrente Trapani e successivamente al torrente Guardia, per una verifica dello stato di avanzamento dei lavori consegnati rispettivamente a gennaio ed a febbraio di quest’anno. L’impresa Ricciardello Costruzioni s.r.l., appaltatrice delle opere del torrente Trapani, per un importo di 1.076.546,86 euro, compresi gli oneri di sicurezza, si avvale della collaborazione del responsabile unico del procedimento, ing. Salvatore Bartolotta, e del direttore dei lavori, ing. Angelo Lucentini, per la risoluzione delle problematiche relative alla presenza dei sotto servizi (cavi Enel, Wind, Telecom, acquedotto, fognature). Completato l’intervento, tutte le travi e la soletta sottostanti via Garibaldi saranno dotate di una capacità portante certamente superiore a quella originaria. Prevista inoltre la realizzazione sulla nuova copertura di una passeggiata pedonale protetta, attrezzata con panchine metalliche per la sosta e bordata da fioriere in muratura. Per i lavori in corso di esecuzione del progetto di tombinatura ed opere complementari del torrente Guardia, l’appalto è stato affidato alla ditta aggiudicataria Società Lavori Pubblici srl di Maletto (Catania). Per l’appalto è stato ottenuto un finanziamento regionale di 800 mila euro, mentre per il Comune ha comportato un impegno finanziario di 1 milione e 46 mila euro. L’area oggetto dei lavori ricade in contrada Marotta del Comune di Messina e precisamente impegna l’asta torrentizia che si sviluppa dalla stazione di sollevamento AMAM al bivio che permetterà di giungere al torrente Pace. L’intervento consiste nella sistemazione idraulica del torrente tramite la messa in opera di uno scatolare in c.a. interrato, che si svilupperà per circa 600 m dalla vasca di calma, da realizzarsi nella parte ultima del torrente. Progettisti dell’opera sono l’ing. Santi Mangano, il geologo Salvo Puccio, e l’ing. Angelo Lucentini, che è anche direttore dei lavori. Con gli interventi già realizzati a Mili S.Pietro, Mili S. Marco, S. Filippo, ed i cantieri del Trapani e del Guardia, l’Amministrazione Buzzanca indende definire un programma triennale per la messa in sicurezza di numerosi torrenti cittadini con risorse comunitarie e per circa il 20 per cento a carico del bilancio comunale, in un periodo in cui l’Ente è nell’impossibilità di contrarre ulteriori mutui.