Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

14 maggio 08.22 CESV, mercoledì incontro per il censimento del volontariato sanitario

E’ in corso il Progetto per la «Creazione di una banca dati regionale sulle organizzazioni di volontariato», organizzato dall’Assessorato regionale della Salute della Regione Siciliana in collaborazione con i Centri di Servizio per il Volontariato siciliani (CeSVoP, CSV Etneo e CeSV Messina), per l’avvio di un data base consultabile da operatori e cittadini. Un’attività che coinvolge centinaia di associazioni e migliaia di cittadini, benché il loro apporto di solidarietà e gratuità, nell’ottica della presa in carico del malato come persona, sia talvolta sottovalutato o poco conosciuto dal sistema pubblico e dalla cittadinanza.

In quest’ottica, mercoledì 11 maggio, presso la sede del Cesv Messina in via La Farina n. 7, il presidente del Centro Servizi per il Volontariato di Messina, il docente universitario Antonino Mantineo – con il direttore del Cesvop di Palermo, Alberto Giampino, la referente Cesv per la Documentazione Silvia Gheza e la segretaria del Cesv Maria Angela Filocamo – ha incontrato i responsabili dell’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) Giuseppe Abate (Policlinico Universitario “Gaetano Martino” di Messina), Antonia Mangano (Azienda Ospedaliera Papardo-Piemonte di Messina) e Rita Rampulla (ASP 5 di Messina), e la componente dell’Urp dell’Azienda Ospedaliera Papardo-Piemonte di Messina, Adriana Pergolizzi, in modo da procedere al censimento del volontariato sanitario per il territorio messinese.

In particolare, le associazioni di Messina e provincia, che operano nel campo del volontariato sanitario, possono segnalare la propria organizzazione al Cesv, Centro Servizi per il Volontariato di Messina, Via G. La Farina n. 7, tel. 090/6409598, fax 090/6011825, e-mail info@cesvmessina.it e segreteria@cesvmessina.it, sito Internet www.cesvmessina.it. Il punto di riferimento, nel rapporto con le strutture ospedaliere, è il direttore del Cesv Messina, Rosario Ceraolo.

Il database identificherà le associazioni per reti di patologie e servirà anche ad attivare una maggiore e migliore comunicazione delle informazioni da e verso i cittadini. Una volta realizzato, potrà essere consultabile dai cittadini, in quanto sarà pubblicato nei siti istituzionali, ed è previsto un suo aggiornamento periodico.

L’intero Progetto rientra nella linea progettuale 10 (Valorizzazione apporto del Volontariato) dei Progetti Obiettivo di Piano Sanitario Nazionale 2010, attuata dall’Assessorato regionale della Salute della Regione Siciliana.

Come sottolinea l’assessore regionale Massimo Russo, “le Organizzazioni di Volontariato (OdV) offrono gratuitamente ai malati e ai loro familiari servizi preziosi che completano e/o potenziano quelli attivati dalle istituzioni pubbliche preposte. Un contributo che riconosco così fondamentale da averlo voluto prevedere nel Piano Sanitario. Con il progetto realizziamo, attraverso i Centri di Servizio per il Volontariato della Sicilia,  uno strumento di conoscenza approfondita del settore da mettere a disposizione del cittadino e dell’operatore, perché è sempre più forte, ai vari livelli, il bisogno/desiderio di «umanizzazione»: dei servizi, degli approcci, delle relazioni”.