Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

12 dicembre 15.50 Servirail, la protesta arriva a Roma

“Non accetteremo supinamente il taglio attuato dei treni a lunga percorrenza e domani, assieme alla Fit Cisl regionale, attraverso una nutrita delegazione di ferrovieri cislini porteremo la nostra protesta, prima al ministero dei Trasporti dove saremo ricevuti dal capo di gabinetto del Ministro e successivamente, alle 16, davanti a palazzo chigi assieme alla Cisl nazionale”. La Fit Cisl di Messina si mobilita in vista della protesta in programma domani a Roma con tutte le Federazioni Trasporti della Cisl del Mezzogiorno.

“Ricorderemo al nuovo Ministro – dichiarano Enzo Testa, segretario della Fit Cisl Messina e Michele Barresi, responsabile dipartimento mobilità della Fit Cisl – la validità degli accordi presi lo scorso marzo dall’allora ministro Matteoli alla presenza del sindaco di Messina sul ripristino dei treni, funzionale al mantenimento della continuità territoriale della Sicilia e di Messina in particolare, che vogliamo ricordare non trattasi di una benevola concessione ma bensì di un diritto costituzionalmente riconosciuto quale cittadini di questa regione, paragonabile al diritto alla salute”.

“Auspichiamo – concludono Testa e Barresi – che nella circostanza specifica, la politica locale e regionale ancora una volta ad oggi poco sensibile al problema, faccia sentire la propria voce aiutandoci a ripristinare il servizio notte da ieri tagliato a Roma contribuendo in tal modo a disinnescare tra l’altro l’acutissima tensione sociale che vive ad oggi questa città relativamente al licenziamento degli 85 lavoratori ServiRail che in tal modo potrebbero ritornare al lavoro”.