Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Vittoria al cardiopalma del Messina: Foggia steso 3-2

Messina Foggia Straordinaria vittoria del Messina, che stende il Foggia dopo una partita ed un recupero al cardiopalma. 3-2 grazie alle reti di Ionut, Martinelli e Fornito, intervallate dai gol foggiani di Iemmello e Arcidiacono.

Dopo il pareggio dell’ex Cosenza nel finale, grande reazione dei peloritani che tornano meritatamente in vantaggio con Fornito, bravo a sfruttare un contropiede subito dopo la ripresa del gioco.

Il Messina si presenta con la medesima formazione vista in campo a Rieti contro la Lupa Castelli Romani. Berardi tra i pali, difesa a quattro con Ionut e Zanini sulle fasce, Martinelli e De Vito centrali. Al centrocampo il trio formato da Baccolo, Giorgione e Fornito. In avanti, vista anche l’assenza di Barisic, ritroviamo il tridente composto da Tavares, Gustavo e Scardina.

Nella corazzata Foggia occhio a Iemmello, fulcro dell’attacco pugliese e Quinto, metronomo del centrocampo rossonero ed ex di turno.

Prima della partita viene osservato un minuto di silenzio per la scomparsa della giovane Rebecca, la ragazza travolta da una macchina questa settimana e che ha sconvolto l’intera città. Davvero toccante il momento del ricordo, con i familiari di Rebecca omaggiati con dei fiori dai capitani delle due squadre, con i bambini delle scuole calcio che hanno fatto volare dei palloncini dopo il minuto di silenzio.

La prima occasione è del Foggia: azione insistita dei satanelli, Berardi smanaccia dopo un cross di Angelo, la palla arriva a Di Chiara che crossa verso Sarno, ma il colpo di testa è debole e facile preda dell’ex portiere del Verona. Siamo al 4′.

Risponde al 7′ il Messina con Giorgione, che ben servito da Gustavo calcia al volo dal limite dell’area di rigore, palla alta ma buona sortita offensiva dei peloritani.

Ancora Messina al 10′: Ionut serve Gustavo al limite dell’area, il brasiliano si gira e calcia a giro col sinistro, palla alta non di molto sopra la traversa della porta difesa da Micale.

Al quarto d’ora il Messina va in vantaggio: Ionut riceve palla sulla destra, avanza indisturbato e calcia violentemente col destro, colpendo la traversa e mandando la palla oltre la linea. Gol stupendo del rumeno, che bissa la rete altrettanto splendida di Rieti. 1-0 per il Messina.

Al 24′ pareggio del Foggia: Agnelli serve Iemmello, che riceve palla grazie al liscio clamoroso di Martinelli, favorendo l’esperto attaccante rossonero che a tu per tu con Berardi non sbaglia. 1-1 e bellissima partita al San Filippo.

Preme il Messina: calcio d’angolo di Gustavo, la palla arriva fuori area da Fornito che calcia col sinistro, ma è bravo Micale a distendersi e respingere il pallone sulla sua destra. Siamo al 28′.

Ci prova il Foggia al 39′ con Sarno su calcio di punizione dal limite, ma Berardi è bravo a deviare in angolo.

Al 44′ ancora il Messina in avanti con Giorgione, che serve Ionut sulla destra, il rumeno calcia ancora violentemente col destro e la palla termina di poco alta sopra la traversa di Micale.

Non c’è recupero nel primo tempo: 1-1 al San Filippo tra Messina e Foggia.

Al 3′ della ripresa subito Messina in avanti con Fornito, che calcia col sinistro dal limite, para in due tempi Micale.

Ancora Messina al 5′ con Tavares, che dopo una bella progressione sulla sinistra crossa in area per Gustavo, ma il suo colpo di testa è facile preda di Micale.

Il Messina passa di nuovo in vantaggio con Martinelli, che di testa ribadisce in rete l’angolo di Giorgione. Si rifà dell’errore del primo tempo e porta avanti il Messina all’8′.

Corre ai ripari il Foggia: fuori Quinto, dentro Arcidiacono.

Al 16′ miracolo di Berardi su colpo di testa ravvicinato di Iemmello, lasciato tutto solo in area di rigore.

Grandissima occasione per il Messina al 22′: Gustavo riceve palla in area di rigore, la mette al centro per il solissimo Scardina, che sbaglia clamorosamente a tu per tu con Micale.

Al 26′ altro miracolo di Berardi, ancora decisivo in uscita su Arcidiacono ben servito da Iemmello.

Girandola di cambi nel Messina per questa parte finale: fuori Gustavo e Ionut infortunati, dentro Barilaro e Mileto.

Al 41′ occasione per il Foggia: Tavares sbaglia il disimpegno, la palla arriva a Iemmello che col sinistro spedisce il pallone fuori di poco alla destra di Berardi.

Al 42′ ultimo cambio per il Messina: fuori Scardina, esausto, dentro Giuseppe Russo.

Nel secondo dei cinque minuti di recupero arriva il pareggio del Foggia: cross di Angelo dalla destra, sponda di Iemmello e gol di testa di Arcidiacono.

Un minuto più tardi contropiede peloritano condotto da Giorgione, assist al bacio per Fornito che entra in area di rigore e calcia col sinistro battendo Micale. 3-2 e vittoria al cardiopalma per il Messina.

Finisce così: il Messina sfata il tabù Foggia e vince 3-2, raggiungendo quota 37 in classifica a un passo dalla salvezza. Prossima settimana nuova partita in casa col Melfi.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.