Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Finisce 3-1 tra Cosenza e Messina in un clima surreale al San Vito

Cosenza - MessinaPartita surreale al San Vito tra Cosenza e Messina, finita 3-1 per i calabresi: un tifoso rossoblu si è sentito male durante il primo tempo, probabilmente a causa di un infarto, ed è stato trasportato in ospedale in condizioni critiche al reparto di rianimazione. Le due tifoserie hanno smesso con tifo e sfottò per tutto il resto del match.

La partita, come detto, è terminata 3-1: i peloritani hanno dovuto giocare praticamente per tutto il tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Martinelli al 7′, che ha inevitabilmente condizionato la gara. Cosenza in vantaggio al 14′ con Arrigoni, poi arriva il momentaneo pareggio di Burzigotti, ma nella ripresa Blondett e La Mantia hanno chiuso la pratica.

Lello Di Napoli esordisce sulla panchina del Messina schierando la stessa formazione vista la scorsa settimana contro il Monopoli, eccezion fatta per Berardi, che torna tra i pali al posto di Addario, e Salvemini, che va a sostituire l’ormai ex giallorosso Leonetti. Dunque davanti all’ex portiere della Lazio troviamo da destra a sinistra Barilaro, Burzigotti, Martinelli e De Vito. A centrocampo spazio a Giorgione, Baccolo e Fornito, mentre nella zona offensiva ecco confermatissimi Gustavo, Tavares e Salvemini.

Panchina dunque per i nuovi arrivati Mileto, Giuseppe Russo, Barisic e Scardina, pronti a entrare nella ripresa.

Nella formazione calabrese spazio a Perina tra i pali, Pinna, Blondett, Tedeschi e Corsi in difesa. In mediana troviamo da destra a sinistra Criaco, Arrigoni, Fiordino e Cavallaro, mentre in attacco ecco Vutov e Arrighini.

La prima emozione arriva all’8′: Arrighini approfitta di uno svarione di Martinelli, e lo stesso difensore è costretto a metterlo giù con un fallo da ultimo uomo. Rosso per il centrale peloritano, si complica la partita per il Messina.

Preme il Cosenza: Arrighini non riesce a mettere dentro su cross invitante di Pinna. Siamo al 12‘.

Primo cambio per il Messina un minuto più tardi: fuori Salvemini, dentro Genny Russo. Corre ai ripari Lello Di Napoli.

Al 14′ il vantaggio del Cosenza: calcio di punizione di Pinna, la palla arriva al centro dell’area con Criaco che prova a calciare, sulla ribattuta della difesa Arrigoni calcia col destro violentemente verso la porta e batte Berardi. 1-0 per il Cosenza.

Ancora Cosenza al 20′: cross dalla destra di Corsi e colpo di testa di Vutov, palla alta sopra la traversa.

Al 29′ il pareggio del Messina: calcio di punizione di Fornito dalla trequarti, cross al centro e Burzigotti è bravissimo a colpire di testa e mettere il pallone all’angolino. 1-1 e seconda rete stagionale per il difensore del Messina.

Al 34‘ Messina pericoloso: Tavares controlla bene il pallone, scarica dietro per Fornito che calcia di prima intenzione verso la porta, bravo Perina a deviare in angolo.

Torna a farsi vedere il Cosenza al 39′ con Vutov, che servito in area di rigore colpisce di testa da ottima posizione, ma è bravo Berardi a bloccare.

Al 45′ clamorosa occasione per il Cosenza, che ancora con Vutov spreca un ottimo cross di Corsi dalla destra.

Prima del fischio finale del primo tempo il palo di Arrigoni su calcio di punizione. Si chiude qui il primo tempo, condizionato dall’espulsione di Martinelli al 7′.

Durante il primo tempo un tifoso del Cosenza si è sentito male, probabilmente colpito da un infarto, ed è stato trasportato in ospedale nel reparto di rianimazione. Le due tifoserie hanno smesso di tifare riponendo striscioni, bandiere e stendardi.

Al 51′ occasione per il Messina con Baccolo, che su azione di calcio d’angolo tocca il pallone verso la porta, ma la difesa riesce a respingere sulla linea. Sul proseguimento dell’azione Tavares non ne approfitta e Perina para senza problemi.

Al 53′ ghiotta occasione per il Cosenza: cross di Corsi dalla destra, colpo di testa di Cavallaro che tutto solo si fa respingere il pallone da Berardi nei pressi della linea di porta.

Al 56′ secondo cambio per il Messina: fuori Gustavo, dentro il nuovo arrivato Barisic.

Altra occasione da gol per il Cosenza: La Mantia, appena entrato in campo, alza sulla traversa un cross dalla sinistra. Siamo al 60′.

Al 62′ arriva il vantaggio del Cosenza: calcio d’angolo di Pinna e colpo di testa di Blondett che infila il pallone in rete alla sinistra di Berardi.

Al 68′ arriva il 3-1 del Cosenza con La Mantia, che di testa batte ancora una volta Berardi dopo un cross dalla sinistra.

Al 74′ terzo e ultimo cambio per il Messina: fuori Baccolo, dentro Scardina.

Ci provano ancora i calabresi con Statella, che al 79′ con un destro dal limite spedisce la palla alta sopra la traversa.

Ancora La Mantia pericoloso all’83’ ben servito in area di rigore, ma Berardi devia in calcio d’angolo.

La partita si avvia stancamente verso la fine: Cosenza batte Messina 3-1 e si avvicina ulteriormente nella zona alta della classifica. Il Messina resta a 29 punti ed ospiterà la Paganese la prossima settimana al San Filippo in quello che sarà un match importante per la salvezza.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.