Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

10 luglio 07.36 Mafia, sequestrati beni per 70 milioni a imprenditore

Sequestrato dai Carabinieri un patrimonio del valore di circa 70 milioni di euro nei confronti di un imprenditore.

Nel quadro delle attività finalizzate all’aggressione ai patrimoni di provenienza illecita, i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina hanno dato esecuzione ad un decreto con il quale il Tribunale del capoluogo peloritano, su proposta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, ha disposto, ai sensi della normativa antimafia, il sequestro dei beni riconducibili ad un imprenditore ritenuto contiguo ad un sodalizio mafioso operante nel versante tirrenico della provincia di Messina.

Il sequestro dei beni, ai sensi della Legge 575/1965, ha riguardato alcune società, appezzamenti di terreno, abitazioni ed autoveicoli, per un valore complessivo quantificabile in circa 70 milioni di euro.

L’attività dei Carabinieri rientra nel più ampio contesto operativo del Desk Interforze, attraverso il quale, dall’anno 2009, la Direzione Distrettuale Antimafia di Messina ha inteso sviluppare in maniera coordinata le attività di individuazione dei patrimoni acquisiti illecitamente, che una volta reimmessi nel circuito legale sono in grado di alterare il sistema economico.