Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 marzo 13.03 Azienda Foreste, lavoratori senza stipendio da novembre

Senza gli stipendi di novembre e dicembre e così tra i lavoratori forestali dell’Azienda Foreste di Messina aumentano i momenti di tensione. Un grido d’allarme quello che lanciano i segretari provinciali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil: “Siamo fortemente preoccupati – affermano Calogero Cipriano, Giovanni Mastroeni e Salvatore Orlando – non sono arrivate le somme già impegnate per poter pagare i lavoratori, anche se il direttore regionale aveva firmato un accordo con le segreterie regionali di Fai, Flai e Uila con l’impegno di pagare entro il 28 febbraio tutti gli stipendi arretrati del 2010 ai circa 1500 lavoratori forestali, compresi gli stipendi degli assunti a tempo indeterminato”.
Le Federazioni di Cgil, Cisl e Uil che tutelano i lavoratori agricoli presidiano da circa dieci giorni l’azienda per sollecitare il pagamento delle spettanze ma l’azienda foreste risponde che, non avendo avuto l’accredito delle somme sul proprio conto corrente, non può provvedere al pagamento. “Intanto – sostengono Calogero Cipriano, Giovanni Mastroeni e Salvatore Orlando – ci rassicurano che tutte le formalità di competenze della direzione provinciale sono state espletate. Una rassicurazione informale che non risolve di certo il problema. Come sindacati siamo molto amareggiati perché i ritardi che si registrano a Messina non avvengono nelle altre province siciliane”.
I segretari provinciali di Fai, Flai e Uila hanno deciso di continuare la loro azione di pressione giornaliera nei confronti dell’UPA provinciale.
“E’ chiaro che – concludono Calogero Cipriano, Giovanni Mastroeni e Salvatore Orlando – se non dovessere arrivare le spettanze ai lavoratori entro questa settimana saremo costretti ad autoconvocare i 1500 lavoratori forestali della provincia per una manifestazione sotto la sede dell’Azienda Foreste per lunedì 7 marzo 2011”.