Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 maggio 07.47 Bilancio, Armao: “Adesso leggi per lo sviluppo”

“L’approvazione del bilancio e della finanziaria rappresentano un passo fondamentale nel cammino del risanamento. Lo ripeto, senza enfasi, si e’ trattato del bilancio tecnicamente piu’ difficile della storia dell’autonomia per le condizioni economiche e finanziarie che abbiamo trovato”. 

E’ quanto precisa nel suo intervento in aula l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao, che prosegue: “Un bilancio che si attesta a 27 miliardi di euro, ed una finanziaria che si e’ dovuto tenere snella per effetto della troppo serrata dialettica parlamentare e della scarsa voglia di cambiamento di alcuni settori che ‘tirano a campare’. Un documento finanziario che accompagna scelte decisive, come quella fatta nel settore della compartecipazione alla spesa sanitaria, nella prospettiva dell’attuazione del federalismo fiscale. Si tratta degli ultimi documenti finanziari di una lunga stagione di inattuazione delle previsioni finanziarie dello Statuto (artt. 36, 37 e 38), con una crescente compartecipazione al finanziamento del sistema sanitario che incide sul bilancio per oltre il 45 per cento.”Quasi 200 milioni di minori spese – sottolinea Armao – un contenimento di risorse sull’ex tabella H di 4,5 milioni dopo che per tre anni consecutivi la spesa si e’ aggirata attorno ai 6 0 milioni di euro e che per troppo tempo ha impegnato i lavori dell’Assemblea”.

“Adesso entriamo appieno nella nuova fase del federalismo fiscale – dice l’assessore all’Economia – che si chiudera’ con l’accordo che dovremo concludere nei prossimi mesi con lo Stato. Il bilancio regionale del 2012 avra’ una dimensione incrementata di oltre il 30 per cento, dovra’ farsi carico dell’intero finanziamento del servizio sanitario, con nuove entrate e  nuove funzioni e sara’ incentrato sull’autosufficienza finanziaria. Il nuovo bilancio avra’ anche una nuova legislazione. A questo fine nelle prossime settimane si avviera’ la riforma della normativa di contabilita’ regionale secondo il testo elaborato dalla commissione che sta definendo i lavori in assessorato”. “Dopo il risanamento, si deve passare alla crescita, – incalza Armao – attraverso quelle misure che erano gia’ contenute nella finanziaria proposta dal governo e apprezzata da ampi settori della societa’ siciliana.

L’approvazione in giunta di appositi disegni di legge che recepiscono la gran parte delle norme contenute in quelle proposte del governo all’Assemblea sara’ il primo passo”. Armao lancia, poi, un invito: “Il Parlamento li approvi senza indugiare ancora, solo cosi’ si potra’ rispondere alle domande della Sicilia che attende iniziative legislative per gli investimenti, la semplificazione, il taglio ulteriore dei costi, la riforma dei contratti pubblici e il riordino di importanti settori”. Le vicende della legge sulla semplificazione, voluta con determinazione dal governo – conclude – ed approvata in pochi giorni dall’Ars, dimostrano che si puo’ fare”.