Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 dicembre 09.45 Bullismo, il presidente del IV Quartiere scrive alle massime autorità cittadine

Atti di bullismo e vandalismo nel centro storico, il presidente del IV Quartiere Francesco Palano Quero scrive al prefetto, al questore ed al sindaco chiedendo il loro intervento.

 “Illustrissime Autorità, nella mia qualità di Presidente della IV Circoscrizione del Comune di Messina, intendo segnalarVi un fenomeno che, tristemente, sta iniziando a dilagare anche nella nostra Città.

Sempre più numerosi cittadini, residenti nell’area circostante piazza Duomo, in particolare Via C. Battisti (fino all’Università), Via Cavour, Via Lepanto, Via Cardines, Via Garibaldi, Via Ghibellina, Via San F. Bianchi, Via dei Verdi etc., nonchè in tutte quelle strade comprese tra la via XXIV Maggio e Piazza Municipio, segnalano che negli orari notturni, specialmente nel fine settimana, si verificano episodi, anche gravi, di bullismo e vandalismo, purtroppo molte volte non denunciati, per paura di eventuali ritorsioni.

Si tratta di un problema che in diverse grandi città viene risolto impegnando ingenti risorse per la prevenzione mettendo in campo una task force con le forze di polizia per il controllo del territorio.

Ora, pretendere ciò in un periodo di forte crisi economica di tutti gli Enti pubblici sarebbe superficiale ed anche miope.

Il problema, infatti, lo si combatte anche, ma direi soprattutto, coltivando il senso civico dei cittadini di domani, che pericolosamente è in forte diminuzione. Ciò che salta agli occhi, da pochi anni a questa parte, è la tendenza dei ragazzi a sentirsi sempre più meno parte di una collettività e a considerare il bene come comune non come qualcosa da tutelare ma da distruggere.            

La tutela della sicurezza cittadina si realizza attraverso l’esercizio del potere regolamentare ma anche con una buona attività di prevenzione ed educazione nelle scuole. In conclusione, con il fine ultimo di porre rimedio al problema, non posso che chiedere una presenza maggiore e costante delle Forze dell’Ordine in quei giorni e in quelle zone di maggiore afflusso di giovani, non escludendo anche l’ipotesi di agenti in divisa in servizio di vigilanza pedonale.

Guardando e pensando al futuro, invece, la Quarta Circoscrizione sarebbe ben lieta di  iniziare una campagna di educazione civica nelle scuole primarie e secondarie che veda coinvolte tutte le istituzioni cittadine, per stimolare nei giovani quel senso civico e di appartenenza alla comunità che sarà fondamentale recuperare per la crescita ed il miglioramento della Nostra Città”.