Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 aprile 18.26 Sciopero trasporto, la Cisl: “Soluzioni immediate”

“Messina è stata l’unica città d’Italia nella quale, in occasione dello sciopero nazionale dei trasporti, i lavoratori hanno sentito la necessità, oltre che di aderire all’astensione dal lavoro, anche di manifestare numerosi in un corteo pacifico che ha invaso le vie del centro”. L’aspetto evidenziato dal segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese e dal segretario della Fit Cisl Enzo Testa pone l’accento sulla necessità di mettere mano alla riorganizzazione di tutta la mobilità cittadina e quella ferroviaria sullo Stretto e nella lunga percorrenza.

“Quello di oggi – sottolineano – è il termometro del crescente disagio sociale dei tanti lavoratori messinesi che da troppo tempo attendono soluzioni alle vertenze territoriali ferroviaria e dell’Atm non più rimandabili. All’indomani degli interventi ministeriali che aspettavamo come il segnale politico di un’inversione di tendenza rispetto all’abbandono di FS dallo Stretto, gli stessi si sono rivelati inconsistenti, inutili elemosine. Non possiamo, quindi, che essere fortemente preoccupati sul destino occupazionale dei ferrovieri e dell’indotto cittadino ormai al collasso”.

La Cisl e la Fit reputano allo stesso modo “doveroso e urgente” da parte dell’amministrazione cittadina dare soluzione certa e programmi chiari per il rilancio dell’Atm. “Un rilancio – sottolineano Genovese e Testa – tante volte annunciato e mai realizzato. In questo contesto, salgono le tensioni sociali e, nonostante gli impegni responsabili del sindacato, temiamo che la continua latitanza delle risposte politiche possa lasciare spazi alle strumentalizzazioni di parte e trasformare il pacifico corteo di oggi in manifestazioni di protesta ben più gravi e non utili alla risoluzione delle vertenze”.