Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 aprile 10.25 Segnalazione inizio attività, le nuove modalità telematiche

Il DPR 160/2010, entrato il vigore il 29 marzo scorso, ha previsto l’obbligo della presentazione allo Sportello Unico delle segnalazioni certificate di inizio attività (S.C.I.A.) in via telematica. La presentazione con modalità diversa rende la documentazione irricevibile e inidonea a produrre effetti abilitativi. L’Amministrazione comunale di Messina ha ottenuto, presso il competente Ministero, l’accreditamento dello Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) e non potranno più essere presentate in formato cartaceo, neanche in caso di invio per posta o per fax, le Segnalazioni Certificate Inizio Attività (S.C.I.A.), corredate dai relativi allegati, inerenti l’avvio, il trasferimento, i subingressi e le cessazioni, ecc…, di attività commerciali. Le pratiche presentate in modalità cartacea, per legge, sono quindi irricevibili e non producono alcun effetto giuridico. E’ indispensabile allegare alla documentazione inviata telematicamente anche copia della ricevuta di pagamento delle spese istruttorie; l’invio della documentazione con modalità telematica (da trasmettere all’indirizzo di posta elettronica certificata suap@pec.comune.messina.it) dovrà seguire una delle modalità previste. MODALITA'(1) Il titolare (non munito di firma digitale, né di PEC) potrà compilare la documentazione di modalità cartacea, completando tutte le parti necessarie, sottoscrivendo la documentazione ed allegando la fotocopia del documento di identità. Inoltre dovrà essere allegata (o inserita direttamente nell’istanza) una specifica delega “Si autorizza il sig. xxx yyy a sottoscrivere digitalmente ed

a presentare, mediante posta elettronica certificata, la documentazione da me sottoscritta”. La documentazione potrà essere consegnata al proprio tecnico, incaricato o delegato (in possesso di certificato di firma digitale e di posta elettronica certificata) per la successiva acquisizione elettronica (scansione) ed il successivo inoltro allo Sportello Unico. Il delegato dovrà dichiarare nel testo della comunicazione: “Il sottoscritto dichiara, ai sensi del DPR 445/2000 e del Dlgs 82/2005, che la documentazione prodotta è conforme all’originale da me detenuto e che sarà conservato in caso di verifiche e controlli”. MODALITA'(2) Il titolare (munito di firma digitale ma non di PEC) potrà compilare la documentazione in modalità cartacea o elettronica, completando tutte le parti necessarie e sottoscrivendo digitalmente la documentazione. Inoltre dovrà essere allegata (o inserita direttamente nell’istanza) una specifica delega “Si autorizza il sig. xxx yyy a presentare, mediante posta elettronica, la documentazione da me sottoscritta”. La documentazione potrà essere trasmessa al proprio tecnico, incaricato o delegato (in possesso di posta elettronica certificata) per il successivo inoltro allo Sportello Unico. MODALITA'(3) Il titolare (munito di firma digitale e di PEC) potrà compilare la documentazione in modalità cartacea, completando tutte le parti necessarie per la successiva acquisizione elettronica (scansione) ed il successivo inoltro allo Sportello Unico. Il titolare dovrà sottoscrivere digitalmente la documentazione ed inviarla, tramite posta elettronica certificata, allo Sportello Unico.