Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1 agosto 09.46 Barcellona, il ponte di Calderà sarà ricostruito in variante

Dall’incontro tra l’Ingegnere Capo del Genio Civile Gaetano Sciacca, l’ingegner Giuseppe Celi della Provincia, il sindaco di Barcellona Maria Teresa Collica e l’assessore Roberto Iraci è emersa una convergenza di intenti circa la risoluzione del problema dell’attraversamento stabile del torrente Longano, dopo il crollo del ponte di Calderà causato dall’alluvione del 22 novembre scorso.

Tenuto conto degli aspetti urbanistici, dei costi complessivi, e della rapidità dell’intervento, la scelta finale è ricaduta sulla ricostruzione del ponte in variante di tracciato. Considerazioni di ordine tecnico ed economico hanno portato ad accantonare il progetto di ricostruzione dello stesso nel sito originario, frutto dell’impegno gratuito di alcuni volenterosi professionisti barcellonesi, a favore della realizzazione di un attraversamento più  a monte, già previsto nel piano regolatore vigente. Determinanti nella decisione finale, che a breve verrà formalizzata attraverso un protocollo d’intesa tra Genio Civile, Provincia e Amministrazione Comunale, le valutazioni della conformità urbanistica, della migliore capacità idraulica, dei minori costi, del minore impegno tecnico e della consequenziale più rapida eseguibilità dell’opera.

La minore spesa, tra l’altro, favorisce la comprensione della realizzazione del ponte tra gli interventi finanziabili della protezione civile.

Quanto al ponte provvisorio, ancora in corso d’opera, ne è stato annunciato il varo entro la prima decade di agosto, fermo restando la necessità del collaudo prima di poterlo rendere fruibile dalla popolazione. Si è, infine, prospettata la possibilità di un reimpiego nel futuro delle spallette costruite per il ponte mobile, al fine della realizzazione di un attraversamento pedonale stabile.